La pericolosissima arma del voto dall’estero.

I temi che tengono banco da diversi giorni, sono il valore e le modalità del voto referendario degli italiani all’estero. Non è un mistero che l’attuale governo (volutamente in minuscolo) che è attualmente e abusivamente in carica, abbia giocato le sue (si spera) ultime carte sporche per portare acqua la mulino del si, come non è un mistero che ci sia la grave possibilità, che questo metodo di voto possa essere l’ulteriore magagna studiata ad arte per fotterci tutti. Si parla dell’invio di schede non vidimate, con la certezza che queste confluiranno nel calderone del si, ma non è difficile comprendere quale metodo potrebbe essere utilizzato per sostituire il voto degli ignari residenti all’estero, poiché in assenza di un sistema di controllo certificato, chiunque potrebbe inviare pacchi di schede contraffatte.

Il fatto è che tale sistema è previsto dal regolamento dello stato, quindi, in poche parole: dobbiamo attaccarci al c….!

Su Benigni: C’è differenza tra il non evidente e il non comprensibile. Carneade, chi era costui?

Filosofo minore e originario del nord Africa, Carneade riscosse successo argomentando a favore e contro l’esistenza di una legge naturale universalmente valida.Le sue argomentazioni scettiche sulla giustizia scandalizzarono e sconvolsero gli ambienti della cultura conservatrice di Roma: egli affermava che se i Romani avessero voluto essere giusti avrebbero dovuto restituire i loro possessi agli altri…

La coscienza italiana è morta!

Il mio personale disprezzo va a chi non ha partecipato alla scelta sul futuro di questo paese, a chi continuerà, fin da adesso, a lamentarsi che in questo paese non cambia mai nulla, a chi proclama ogni sorta di diritto sul web, senza poi trasformarlo in fatto concreto nella realtà. È vero, ad ogni governo…

Referendum abrogativo 17 aprile 2016. Andare a votare è un obbligo morale.

“L’Ortodossia consiste nel non pensare, nel non aver bisogno di pensare. L’Ortodossia è inconsapevolezza”, scrisse George Orwell. Non è una bella sensazione: la classe dirigente del Paese sta chiedendo ai cittadini di obbedire senza fornire informazioni adeguate su contenuti e conseguenze delle scelte. Non cadere nel tranello dei falsi profeti che siedono sulle poltrone del…