Guardano da tutte le parti, ma mai verso i veri colpevoli: lo Stato e i suoi cittadini.

Eccoci ancora una volta a parlare di morte, ed ancora una volta siamo costretti ad assistere alla caccia al colpevole invisibile; quello che non figura mai nell’elenco dei sospettati; quello che è sempre pronto ad allungare la mano per prelevare dalle tasche dei cittadini, e ritirarla quando c’è da sborsare o assumersi le dovute responsabilità.…

Siamo falliti dentro!

A volte ti chiedi se ne valga ancora la pena. Ti sbatti continuamente per cercare un motivo che non ti spinga a mandare tutto al diavolo, ma è sempre più difficile trovare una scusa plausibile per non farlo. È come cercare di afferrare l’acqua con le dita, nonostante l’impegno continuerà a scivolare via. In un…

Quello scambio economico che non c’è mai stato!

Ci dissero che l’Europa si sarebbe unificata sotto ogni aspetto, e che fosse un passo ormai necessario per la prosperità. Parlavano entusiasti dell’abbattimento delle frontiere, di quella moneta unica che avrebbe concesso di migliorare l’economia di ogni paese facente parte di questa mega truffa travestita da buoni propositi. L’economia, questa grande trappola messa in atto…

Fottuti, lo saremo tutti!

Tutto quello che non è stato possibile fare con la forza bellica, lo si è fatto con la più grande arma a disposizione degli Imperatori dell’Eurozona: le banche. Sono bastati appena 15 anni, perché ogni sogno di un’Europa unita sia andato a farsi fottere, così come molti dei paesi che ne fanno o ne hanno…

Signori della cricca, l’Italia ha parlato! È giunto il momento di tornare a scegliere!

Questo 4 dicembre non sarà dimenticato facilmente! Molti non s’aspettavano una risposta così compatta da parte dei cittadini italiani, soprattutto degli under 60, mentre tanti altri si rifiutano di comprendere questa inattesa aria di cambiamento e difendono ancora a spada tratta, e senza alcuna cognizione della realtà, il loro subdolo disegno di mettere un popolo…

La pericolosissima arma del voto dall’estero.

I temi che tengono banco da diversi giorni, sono il valore e le modalità del voto referendario degli italiani all’estero. Non è un mistero che l’attuale governo (volutamente in minuscolo) che è attualmente e abusivamente in carica, abbia giocato le sue (si spera) ultime carte sporche per portare acqua la mulino del si, come non è un mistero che ci sia la grave possibilità, che questo metodo di voto possa essere l’ulteriore magagna studiata ad arte per fotterci tutti. Si parla dell’invio di schede non vidimate, con la certezza che queste confluiranno nel calderone del si, ma non è difficile comprendere quale metodo potrebbe essere utilizzato per sostituire il voto degli ignari residenti all’estero, poiché in assenza di un sistema di controllo certificato, chiunque potrebbe inviare pacchi di schede contraffatte.

Il fatto è che tale sistema è previsto dal regolamento dello stato, quindi, in poche parole: dobbiamo attaccarci al c….!

Un’estate alternativa

Sembra che l’estate sia finalmente arrivata, facendo crescere in noi la voglia di evadere dal quotidiano. In tanti si sono già dati da fare per organizzare le proprie vacanze, altri lo stanno facendo o lo faranno a breve. Come sempre, la meta più gettonata sarà il mare, almeno per gli abitudinari che adorano condividere 50…