Shungite: disintossicarsi dalle radiazioni e ripristinare il benessere del corpo.

Non tutti la conoscono, non quanto le altre pietre dalle straordinarie proprietà, ma la Shungite è molta famosa nella repubblica di Carelia (Lago Onelia), nella parte nord-ovest della Russia, dove viene utilizzata per fini terapeutici: si dice che le acque, filtrate da questo prezioso minerale, abbiano la capacità di guarire anche situazioni piuttosto critiche del nostro organismo.

Bisogna fare di necessità virtù.

La storia ci insegna che, questa, non è affatto la prima volta che il Paese ne passa di cotte e di crude, ma alla fine, nonostante la disperazione e le dolorose rinunce, l’Italia è sempre riuscita a risollevarsi. E tutto questo grazie all’amore del suo popolo, al suo saper agire con coscienza e al suo aggrapparsi ad un seppur sforzato ottimismo.

Coronavirus – Cina: cremazioni di massa, divieto di parlare e l’ombra degli Usa nella vendita del virus.

In questa società malvagia non riesco più a tenere la bocca chiusa. Nessuno è disposto a parlare. Mi alzerò e farò una voce. Dobbiamo davvero resistere ai miei concittadini. Non posso più vivere così. La prossima ondata di menzogne ​​dalla Cina comunista coinvolgerà senza dubbio alcune storie di copertura per spiegare perché centinaia di migliaia di persone sono scomparse e non si trovano da nessuna parte …

Il silenzio uccide i giusti.

A cosa serve, leggere attentamente ogni confezione per assicurarsi che gli stabilimenti di produzione siano italiani, quando poi non si fa il loro nome nel momento in cui sbagliano o rischiano di avvelenare centinaia di migliaia di consumatori?
Ma sì, meglio affidarsi al caso… ehm… alla fortuna.

Tieniti cari i denti… o son dolori!

È cominciato tutto con una febbricola serale nel mese di dicembre. Pensavo che si trattasse di una semplice influenza dovuta alla stagione fredda, ma non era un rialzo fisso e costante, e poi si presentava soltanto la sera per svanire improvvisamente fino alla successiva. Gengiva infiammata, sospetto paradontite: “Non c’è niente da fare, ti sei giocato il dente!”.