Il silenzio uccide i giusti.

A cosa serve, leggere attentamente ogni confezione per assicurarsi che gli stabilimenti di produzione siano italiani, quando poi non si fa il loro nome nel momento in cui sbagliano o rischiano di avvelenare centinaia di migliaia di consumatori?
Ma sì, meglio affidarsi al caso… ehm… alla fortuna.

Annunci

Tieniti cari i denti… o son dolori!

È cominciato tutto con una febbricola serale nel mese di dicembre. Pensavo che si trattasse di una semplice influenza dovuta alla stagione fredda, ma non era un rialzo fisso e costante, e poi si presentava soltanto la sera per svanire improvvisamente fino alla successiva. Gengiva infiammata, sospetto paradontite: “Non c’è niente da fare, ti sei giocato il dente!”.

Allerte alimentari e ritiri di Maggio.

Ancora una volta, gli ignari consumatori devono fare i conti con prodotti che dovrebbero salvare la vita, ma che invece vengono commercializzati al solo scopo di generare introiti. Prodotti che dovrebbero essere verificati e certificati da gente seria, prima di essere messi in vendita e mietere vittime innocenti. Ahimé, non possiamo fare altro che incrociare le dita.

Sono cose che capitano, ma ti obbligano al riposo forzato.

Da una settimana lamentavo dolori al basso ventre e sul fianco sinistro (zona rene-milza) con improvvisi balzi di temperatura serali e pressione arteriosa ballerina. Ho cercato di tamponare con l’utilizzo di fans (tipo moment act e ansiolitici) ma alla lunga, questo utilizzo smodato di farmaci per automedicamento si è trasformato nella necessità di presentarsi domenica in ospedale per accertamenti, quanto meno per cercare di lenire i dolori ormai insopportabili: non riuscivo nemmeno ad allacciarmi le scarpe, senza sobbalzare dal dolore.

Siamo ciò che mangiamo!

Se ne parlava da tempo anche nei canali non ufficiali, e nel 2017 la notizia aveva fatto parecchio scandalo, portando le aziende avicole alla distruzione di intere produzioni di uova. Tuttavia, le cose non sono affatto cambiate, anzi, il poco interessamento da parte delle autorità preposte al controllo di ciò che viene introdotto sulle nostre tavole, ha cominciato ad evidenziare problemi che, fino ad oggi, non si sono voluti notare. Ma i risultati della ricerca parlano chiaro: siamo tutti contaminati fin sui capelli.

Purificare la casa contro le energie negative

Crederci o meno, è qualcosa di strettamente personale. Eppure, se certe pratiche esistono da tempi molto remoti, ma sono ancora ricercatissime, un motivo ci dovrà pur essere! Beh, nel caso in cui fossi interessato a conoscere uno dei metodi fai da te per purificare la tua casa dalle energie negative, allora prosegui pure la tua lettura, diversamente ti consiglio di passare ad altro.