Dalla leggenda dei due lupi, una lezione di vita sull’equilibrio.

La nostra vita può essere triste, brutale, oppure può essere ricca di speranza e di allegria, ma come sempre i soli registi siamo noi. Fin dal momento della nostra nascita, il nostro cuore è consumato da una feroce lotta tra il bene e il male. Volenti o nolenti, per una qualunque ragione saremo chiamati a compiere una scelta, e da questa ne conseguirà la strada da intraprendere e/o che persone intenderemo diventare nel prossimo futuro. Non si può scappare! In un dato momento della nostra esistenza, ecco che si apriranno due porte con destinazioni ben distinte: una conduce su una strada calda e luminosa, l’altra su una strada fredda e avvolta dall’oscurità.

In un’antica leggenda, che molti accreditano al popolo Cherokee, un vecchio capo decide che era giunto il momento di impartire al nipotino una saggia lezione sulla crescita personale. Egli gli racconta dell’eterna battaglia tra il bene e il male che alberga nel cuore di ognuno di noi, spiegandogliela come se fosse una lotta tra un lupo nero (l’oscurità) e un lupo bianco (la luce): due animali molto simili, ma che simboleggiano due forze opposte.

lupo_nero_lupo_bianco

La leggenda dei due lupi.

Un giorno, il capo del villaggio portò il nipotino nella foresta. Giunto nei pressi di un grande albero, il vecchio gli fece segno di sedersi tra le radici e gli disse: “Figlio mio, nella mente e nel cuore di ogni essere umano si combatte una lotta incessante tra due lupi, e quella lotta avviene anche dentro di me che sono vecchio e saggio. Uno di questi è quello bianco, simbolo di umiltà, armonia, gentilezza, amore, speranza, compassione e pace, mentre l’altro è quello nero, simbolo di avarizia, gelosia, rabbia, odio, tristezza, solitudine e arroganza. Non è facile convivere con questo tumulto interiore, con questa eterna lotta per la supremazia, ma è una battaglia necessaria per riuscire a comprendere cosa siamo. Anche se molti ti diranno che la battaglia sarà vinta dal lupo che deciderai di alimentare, sappi che la realtà è ben diversa.”

“Allora, nonno, quale dei due lupi vincerà la battaglia?” chiese il nipotino, un po’ cofuso.

“Entrambi!” rispose il nonno. “Dobbiamo alimentare entrambi i lupi, perché potremmo aver bisogno sia dell’uno che dell’altro. Se decidessimo di alimentare solo l’innocuo lupo bianco, quello nero attenderà al varco la nostra debolezza per attaccarlo. Pertanto, nessuno dei due deve morire di fame. Ci saranno momenti in cui la gentilezza del lupo bianco non potrà esserci d’aiuto, mentre il coraggio e la tenacia del lupo nero ci permetteranno di salvarci. Quindi, nipote mio, è necessario riconoscere la loro forza, la loro vera natura, ed essere capaci di guidarli entrambi sulla retta via: non si tratta di una prova di forza, ma di perfetto equilibrio.”

“Non capisco, nonno, come possono vincere entrambi?”

Il capo Cherokee tirò fuori due pezzi di carne dalla sacca e ne gettò uno alla sua sinistra e uno alla sua destra, e infine disse: “Se scelgo di nutrirli entrambi, i due lupi non si daranno mai battaglia e nessuno dei due riuscirà a dominare la mia ragione. Potrò essere libero di ascoltare la mia coscienza e usarli entrambi nel modo che mi sarà più necessario. Solo rispettandoli in egual maniera, i due lupi saranno entrambi vincitori e potranno convivere in pace, e per i Cherokee la pace è una missione. Ricorda, nipote mio, un uomo che ottiene la pace interiore ha tutto, ma un uomo che ha l’anima lacerata da una continua battaglia interiore… ebbene, quell’uomo non è niente!”

 

Immagini dal web

4 pensieri su “Dalla leggenda dei due lupi, una lezione di vita sull’equilibrio.

  1. Sono rimasta senza parole. Una storia bellissima, piena di saggezza. Da divulgare e far conoscere. Te la prenderò in prestito perchè riconosco in lei e nel suo insegnamento quello che ognuno di noi dovrebbe fare. Grazie Filippo per averla condivisa con noi.
    Buon weekend 😊🤗

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.