Litha 21 giugno: la notte di mezza estate più corta dell’anno.

ruota_celtica

Litha (21 Giugno) solstizio d’estate.
E’ il giorno più lungo dell’anno, ma è anche la notte più breve.
I confini tra i mondi quasi collidono, il sovrannaturale si presenta ai nostri occhi, le valli sono illuminate da grandi falò in onore della Dea incinta, mentre musica e danze animano la festa. Dalla mezzanotte del 20 e fino al 23 giugno, le streghe festeggiano uno dei quattro sabbat minori. Iniziata con Beltane (maggio), l’estate è adesso al suo picco massimo: la Terra è pregna dei frutti del prossimo raccolto, la magia è alla massima potenza, il Dio Sole viene incoraggiato a raggiungere il suo massimo splendore, le giornate cominciano ad accorciarsi.

dea_incinta_litha_summersolstice

Litha equivale alla mezza estate, è una celebrazione molto importante per il mondo wiccan ed è legata al folklore delle fate: in questa notte è possibile intravederle con facilità, poiché i mondi sono molto vicini e incamminandosi tra le nebbie dei boschi bisogna prestare attenzione.

Nella leggenda:
La Dea, ancora fanciulla, ha celebrato il sacro matrimonio con il giovane Dio Sole a Beltane. Lei è la Terra, lui l’energia che l’ha resa Madre, portatrice di nuova vita e regina dell’estate, e adesso potrà realizzare il sul ultimo sacrificio. Un sacrificio volontario e colmo di passione che darà vita al florido raccolto che ciberà uomini e bestie nei prossimi giri di ruota, e lo trasformerà in un nuovo seme per la sua stessa rinascita in questa festa che rappresenta la sua gloria:

“Salute a te Sole nel giorno del tuo trionfo!”

 

La notte di Litha è il momento ideale per la raccolta di piante ed erbe magiche da porre a dimora per l’inverno. I druidi lo sanno bene, poiché le raccolgono con il loro falcetto d’oro per utilizzarle nella divinazione, per la guarigione e per i magici rituali d’amore: le erbe e le piante raccolte e/o bruciate nella notte di Litha, hanno poteri miracolosi.

Timo, vischio, felce, ruta, maggiorana, sambuco, margherita, rosa, edera, betulla, finocchio selvatico, artemisia, verbena, calendula, iperico, erba di San Giovanni, nelle leggende sono ritenute molto importanti per le loro proprietà magiche. Alcune conferiscono l’invisibilità, mentre altre assicurano prosperità o protezione dal malocchio. Ad esempio, le ragazze che mettono dei fiori sotto il cuscino, hanno molta probabilità di sognare il loro amore e trasformarlo in realtà. Ma questo è anche un buon momento per benedire gli animali, occuparsi dei propri pelosetti da compagnia e infondere in loro l’energia, l’amore e la magica benedizione della notte di Litha: basta un forte abbraccio e, magari, approfittare dell’occasione per regalargli un ciondolo a forma di pentacolo da appendere al collare per protezione.

Nella generalità del rituale:
Accendete una candela di colore rosso, verde o dal color dell’oro.
Utile l’incenso di lavanda, di caprifoglio, di glicine o di limone.
I colori propiziatori sono il bianco, il rosso, il marrone, il verde, il blu e l’oro.
Verdure fresche e frutti colorati di giallo e arancione, andrebbero consumate in quantità.
Sfruttate questa occasione per meditare sul significato di questa festa, magari alla luce di un piccolo falò, in compagnia di amici o di un buon libro da leggere.

Possa l’energia del Sole rinvigorire i vostri corpi.
Buon Litha a tutti voi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.