Un altro Natale blindato

Sono passati pochi anni, ma gli sconvolgenti accadimenti del Bataclan non sono destinati ad avere fine. Ancora una volta avremo un Natale blindato. Ancora una volta si cerca di distruggere quel breve periodo dell’anno, durante il quale cerchiamo un piccolo e gioioso conforto.

Sangue! Le strade delle nostre città si colorano di rosso per la volontà di alcuni folli; quegli stessi folli che abbiamo accolto a mani basse (qualora dovesse essere confermata l’ipotesi dell’appartenenza culturale). L’unica certezza sulla quale possiamo concordare, è quella di non poterci più gustare questi momenti di gioia, senza dover temere di morire tra una bancarella e l’altra.

Sicurezza? Nessuna!
Paura? Tanta!

Molti vociferano sulla possibilità, non tanto incredibile, che si possa trattare di qualcosa di creato a tavolino per sedare la ribellione dei gilet gialli a suon di armi legalizzate, dato che l’Eurogendfor sembra che sia appena scesa in campo per risolvere il problema a modo loro: si tratta di una forza militare europea che non terrà conto di alcuna legge. Resta il fatto che anche Babbo Natale comincia ad essere un pò preoccupato: starà mica pensando di indossare una sorta di giubbotto antiproiettile in tema natalizio? Ma non è il caso di scherzare, quindi torniamo seri.

La paura predomina sulle nostre città, guastando l’aria festosa e suggerendoci di rimanere rintanati nelle nostre case, ma così facendo lasceremmo vincere la follia travestita da terrorismo ad orologeria, motivo per il quale è necessario non mollare, a costo di armarsi a dovere e cercare di difendere la propria vita, nonostante significhi andare contro la legge; quella legge che dovrebbe proteggere i cittadini, ma che ”ultimamente” sembra sempre più interessata a instaurare uno stato marziale utilizzando il pretesto della fame di sicurezza.

natale-di-sangue

Non rimane che augurare una pronta guarigione ai tanti feriti di Strasburgo, e raccomandare l’anima dei caduti affinché possano trovare la pace che gli è dovuta.

 

Le immagini provengono dal web

 

Annunci

4 pensieri su “Un altro Natale blindato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.