Salve, il mio nome è… ehm, non mi chiamo più così!

doppio-nome-anagrafica

Quando nasci, i tuoi genitori ti appioppano un nome da registrare all’anagrafe cittadina. A volte te ne appioppano anche più di uno, lo si faceva fino agli anni 70-80, ma il problema sorge nel momento in cui i nomi scelti per la vittima incontrano il rebus della fatidica ”virgola” (Segno d’interpunzione, a forma di un bastoncino leggermente ricurvo, che rappresenta la pausa più breve all’interno del periodo). Oggi, quel segno d’interpunzione può scatenare un putiferio anagrafico che cozza irrimediabilmente con il sistema tecnologico vigente in questo nuovo mondo. Quindi, improvvisamente, può capitare che ”TU” non esisti più, soprattutto se a fare quella scelta ”arbitraria” è un addetto del comune di residenza.

registroatti-nascita-anagrafe

”Questo nome è di troppo, lasciamo soltanto il primo!” mi disse l’addetto del comune.
Peccato, però, che quel secondo nome, non essendo mai stato separato da alcuna virgola, fosse stato registrato in moltissimi documenti ufficiali con il rilascio di determinati documenti, carte ricaricabili e quant’altro. Improvvisamente, mi ritrovo a dover camminare con almeno due testimoni per comprovare la mia identità: siamo alla pura follia!

Alla Sisal
Provi con il documento di identità: non lo prende!
Provi con la tessera sanitaria: non prende nemmeno quella!
Allora provi con la patente: ok, forse l’ha presa… ma che fatica!

Alle Poste
Lei è stato registrato con il suo nome completo, ma i nuovi documenti non riportano il secondo nome (nel vecchio codice fiscale risultava). Soltanto il direttore può risolverle il problema, ma questo potrebbe causare la perdita di tutte le carte e le registrazioni fatte in precedenza.
MINCHIA! E allora?
Allora, deve decidere ”Lei” cosa fare, ma le consiglio di tornare al comune per sistemare la questione.

Dopo 45 anni di Filippo Fabio, mi ritrovo a dover scegliere cosa fare per continuare ad esistere. W la disorganizzazione statale, e anche chi si sveglia la mattina (senza avere un cazzo da fare) e s’inventa queste minchiate per rovinare la vita degli altri.

Aggiungo la risposta del Sole24ore, per un caso analogo:
Secondo l’articolo 35 del Dpr 396/2000, come modificato dalla legge 219/2012, il nome di una persona può essere costituito da un solo nome o da più nomi, anche separati, non superiori a tre. Così afferma il comma 1 dell’articolo. Mentre il successivo comma 2 precisa che «nel caso siano imposti due o più nomi separati da virgola, negli estratti e nei certificati rilasciati dall’ufficiale dello Stato civile e dall’ufficiale di anagrafe deve essere riportato solo il primo dei nomi». Significa che, a differenza di quanto accadeva prima delle modifiche introdotte nel 2012, la presenza di una virgola tra i nomi fa sì che solo il primo di essi potrà comparire nei documenti di identità rilasciati da ufficiali di Stato civile e di anagrafe. I nomi collocati dopo la virgola, invece, non compariranno nei certificati, ma potranno essere comunque utilizzati.
Diversa la situazione in cui non siano presenti virgole tra i nomi: in tal caso, questi ultimi saranno tutti presenti nei documenti identificativi della persona e dovranno essere sempre indicati, in quanto parte integrante del nome.

Parla di una legge mutata nel 2012, ma io non ho avuto alcun problema fino al mese di ottobre 2018 e non dovrei averlo neppure in futuro. Ma, come avrete ben capito, non è proprio così! Detto alla siciliana: Chisti, sunnu tutti fuoddi! (questi, sono tutti pazzi).
Signori, amici, lettori di passaggio. Quando scegliete il nome del vostro pargoletto, scegliete la semplicità! Vi ringrazierà in futuro.

Annunci

20 pensieri su “Salve, il mio nome è… ehm, non mi chiamo più così!

  1. si, anche io per non dover cambiare codice fiscale che ormai avevo sparso ovunque su vari documenti, ho dovuto rinunciare al secondo nome datomi alla nascita. La cosa è spiaciuta più in famiglia che a me, il secondo nome era stato dato in memoria di mia nonna paterna, ma ho dovuto scegliere la via più semplice e meno costosa. Ciao Filippo Fabio!

    Piace a 1 persona

  2. A te lo hanno tolto, il nome, pur non essendo separato dalla virgola, a mio fratello lo hanno aggiunto, anche se vi era quella maledetta virgola! Così ora ha due nomi 😁
    Ma lui odia sentirsi chiamare con entrambi perché il secondo è Maria 😂
    Ciao
    Sid

    Piace a 1 persona

  3. Ahahah conosco bene questa meraviglia. Tranquillo non succece solo al sud. A me hanno avuto la brillante idea di mettere tre nomi e… indovina un pò?? Dopo 25 anni, rinnovi di carte d’identità, rilascio di passaporti, patente etc etc sempre con il solo nome Laura ad un tratto un giorno mi sento dire, ma lei si chiama Laura Maria. Ovviamente nessuno aveva mai fatto caso alla mancanza della viegoletta… e all’epoca non era ancora tutto computerizzato… per cui… già mi era andata bene che non aveva notato che forse mancava anche tra Maria e Gabriella!!! Fortunatamente hanno lasciato solo il primo nome, sarebbe stato un problema all’epoca cambiar tutto…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.