Piccoli bunker crescono.

Mi spiace dover parlare di argomenti poco felici, ma quest’umanità non offre molti spunti per scrivere qualcosa di diverso, almeno non tanto spesso. Non sono il tipo da smielarvi con poesie e silloge, molte delle quali non le comprendo nemmeno, e non sono nemmeno il tipo di spammare il web con catene da condividere all’infinito. Sono un inguaribile osservatore di tutto ciò che è capace di fare questa folle umanità, che siano cose buone o deprimenti, e in quanto tale non posso esimermi dal condividere ciò che potrebbe risultare (in qualche modo) interessante o curioso. Io ve lo faccio sapere, voi mettetelo nel cassetto 😉

Il post odierno è dedicato allo strano fenomeno ”sempre più in crescita” della costruzione di bunker nucleari per famiglie; un fenomeno che va avanti da parecchi anni, ma che ha visto filtrare più raggi solari durante il 2017. Se farete una ricerca sulla Oribe Seiki Seisakusho, scoprirete che si tratta di un’azienda giapponese specializzata nella costruzione di Bunker Nucleari per famiglie. La cosa che salterà subito all’occhio, è il fatto che l’azienda ha visto innalzare l’assicella dei propri profitti, subito dopo l’inizio dei test nucleari della Corea del Nord, sebbene sia operante nel settore da ben 30 anni. Nella metà del 2017, i cittadini giapponesi hanno cominciato a preoccuparsi per la loro sopravvivenza ai suddetti test nucleari, e in molti hanno ben pensato di mettersi il classico ferro dietro la porta, richiedendo la costruzione del proprio sito anti-nucleare familiare: una situazione molto favorevole alla crescita di un vero e proprio business basato sulla paura.

Dell’argomento relativo alla possibilità che, in futuro indefinibile, qualcuno possa davvero pigiare il fatidico bottone rosso, beh, ne ho già parlato diverse volte in queste stesse pagine. Ad esempio scrissi dei vecchi silos lancia-missili riadattati e venduti ad alcuni ricconi di questo pianeta; scrissi dei bunker costruiti alla chetichella da parte di personaggi di spicco, nonché dei diversi appartamenti costruiti in pieno stile Fallout dalla gente comune. Però, tutto questo non è mai stato visto con il giusto punto d’osservazione. Forse perché la gente preferisce non guardare, non sapere, e vuole continuare a vivere nella falsa idea che tutto stia andando per il verso giusto, ma questo non significa che tali eventi nefasti non potrebbero verificarsi, anzi, meno occhi saranno puntati sul problema e più questi saranno tendenti alla crescita indisturbata. Ma se qualcuno pensa che alcune persone siano impazzite di botto, allora bisognerebbe cominciare a contarle per rendersi conto che il fenomeno non è tanto contenuto: in molti sono davvero in attesa di un’imminente apocalisse. Comunque, al di là del fatto che nessuno ci avvertirebbe mai per tempo, chi non avrà la possibilità economica per affrontare le spese necessarie alla costruzione del proprio bunker salvavita, non potrà far altro che sperare che non arrivi mai quel giorno, perché sarebbero volatili per diabetici. Tuttavia, seppure le notizie non siano le più rosee, noi non possiamo certo preoccuparci di tutto quello che potrebbe capitarci in futuro, perché la vita è troppo breve ed è meglio viverla giorno per giorno.
Buona giornata.

Immagini dal web

Annunci

2 pensieri su “Piccoli bunker crescono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.