Scuola: insegnano l’alfabeto per stranieri ai nostri figli?

Va bene che i tempi sono cambiati, ma arrivare a cambiare il metodo d’insegnamento scolastico per uniformare i nostri figli agli stranieri, mi sembra un po’ eccessivo. Non sono un padre e non mi ero ancora scontrato con l’attuale realtà scolastica, ma giusto ieri ho partecipato a una discussione sulla tematica: sono rimasto sgomento! Nel corso di questo scambio di confidenze tra donne, una delle quali era una mamma, ho appreso che la pronuncia delle lettere dell’alfabeto, così come le ho imparate a mio tempo, non è più accettata nelle scuole elementari, ma è stata sostituita con una pronuncia più dura e, a mio parere, incomprensibile. La mamma, con un tono perplesso, ha anche accennato alle difficoltà incontrate nel cercare di insegnare le lezioni al figlio, dovute proprio a questo cambiamento di pronuncia, dove la B (bi) diventa (be), la C (ci) diventa (ce o cu), la D (di) diventa (de) e così via per la M (emme) ora (mm) e la N (enne) ora (nne)… dico… siete tutti impazziti? L’alfabeto italiano, che una volta contava 21 lettere, adesso conta 26 lettere con incluse le 5 straniere ( J K W X Y ).

bambiniabc

La cosa mi ha incuriosito e non poco, quindi mi sono dato da fare per trovare delle le motivazioni. Ho appreso che si tratta di un metodo utilizzato da qualche anno, ma che si tratta di un sistema per insegnare la nostra lingua agli stranieri, così come viene spiegato nel video seguente.

La giustificazione di una mamma (dal forum al femminile): È il modo migliore per potere insegnare ai bambini come bisogna leggere, perché il vecchio metodo può creare confusione…. (scusate l’interruzione, fatemi raccogliere gli zebedei dal suolo)… e quindi facciano confusione a livello fonetico. Ad esempio CASA la leggerebbero C+A=CIA, o DOLCE sarebbe D+O=DIO.

abcalfabeto

Sinceramente, dopo aver ascoltato la mamma pronunciare le lettere dell’alfabeto moderno, così come cerca di farlo giornalmente con il figlio, credevo di ascoltare una persona con problemi di mutismo. La cosa può farvi sorridere o incazzare, ma questa è stata la mia sensazione. Ma ora vi chiedo: che cosa c’era di sbagliato nel vecchio e originale metodo italiano? Stiamo davvero cercando di distruggere le nostre origini?

Non capisco! Magari sarà l’età, ma sento di essere sempre più fuori dal mondo, o meglio… dal vostro mondo!

 

 

10 pensieri su “Scuola: insegnano l’alfabeto per stranieri ai nostri figli?

  1. Quando sento queste cose vorrei scappare dall’Italia, tanto di Italia sta rimanendo davvero poco!la mia bimba a 4 anni e mezzo ma sto già valutando le varie scuole intorno a noi per paura che si ritrovi ad essere lei la straniera!

    Piace a 1 persona

  2. Ho fatto le elementari nei primi anni ’60; mi insegnarono a pronunciare le consonanti senza la vocale a fianco: bb, cc, dd, … quindi non mi sembra un’innovazione, ma un ritorno al passato dovuto probabilmente al cambio di direttore didattico.
    ciao, buona serata 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.