Inklings: il club letterario di chi amava pasticciare con l’inchiostro.

Nato più per scherzo, e dal nome che faceva pensare a persone con vaghe idee e inclinazioni abbozzate che amavano pasticciare con l’inchiostro, gli Inklings furono qualcosa di più di un club letterario. Era lì che muovevano i primi passi i libri del 900 letterario, forse tra i più famosi, come ad esempio Il Signore degli Anelli, dove spesso si veniva influenzati dai commenti degli altri membri e ci si scontrava su temi come la fede e la libertà.

Furono un gruppo di discussione letteraria che si riuniva tra gli anni trenta e cinquanta presso l’Università di Oxford in Inghilterra, e tra i cui membri, in gran parte docenti dell’Università, c’erano personaggi come John Ronald Reuel Tolkien, Christopher Tolkien (figlio di J.R.R.), Clive Staples Lewis, Robert Harward, Warren Lewis (fratello maggiore di C.S.Lewis), Nevill Coghill, Bennet, Roger Lancelyn Green, Grant. La regola fondamentale del gruppo imponeva ad ogni membro di leggere ad alta voce le proprie composizioni inedite, di vario genere e lunghezza, sottoponendole alla critica dei presenti, e non era insolito che le loro storie venissero in qualche modo influenzate dall’altrui giudizio,  fino a prendere la forma di ciò che oggi conosciamo. Tolkien amava chiamare gli Inklings il nostro circolo letterario di poeti di mestiere: i primi ad ascoltare i passi de Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli, furono proprio i membri di quel sodalizio. Ma oltre alle riunioni e alle letture, i membri del club amavano incontrarsi per consumare cene frugali condite con discussioni razionali e tranquille, ma anche con scontri emozionanti e complicate conversazioni su argomenti difficili come la libertà e la guerra, spesso con l’uso di parole amare e a volte dolorose che accendevano gli animi, ma rimaneva un loro modo semplice per tornare indietro nel tempo e sfuggire dagli impegni quotidiani e/o politici.

InklingsInklingsmembers

A proseguire l’intento di quel club fondato nei primi anni del 900, nel 1967 venne fondata l’associazione internazionale Mythopoeic Society, finalizzata allo studio e alla discussione della letteratura fantastica e di cui il primo presidente onorario fu lo stesso Tolkien: le sue opere tenevano banco, così come quelle di Lewis e Charles Williams. La partecipazione all’associazione è tuttora aperta agli studiosi, agli scrittori e ai semplici lettori di tale genere letterario, e viene promossa attraverso tre periodici:

  • Mythprint – mensile di recensioni, articoli e alte notizie di interesse per i membri dell’associazione.
  • Mythlore  – giornale che pubblica articoli di studio sul mitico e sul fantastico.
  • Mythic Circle  – periodico annuale con poesie originali e brevi saggi.

Ogni estate l’associazione organizza la Annual Mythopoeic Conference.

Nel mondo ci sono parecchi Inklings Coffee & Tea, come ad esempio quello che si può trovare in 530 Main St. Pleasanton (USA), e anche se non vi si potrà incontrare uno dei mostri sacri della letteratura, questo non vuol dire che non si possa assistere alla nascita di un nuovo fenomeno letterario, quindi sarebbe meglio farci una capatina 😉

cslewisInklingstee

 

 

Un pensiero su “Inklings: il club letterario di chi amava pasticciare con l’inchiostro.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.