Giro giro tondo: la filastrocca nata da una storia triste.

Nel corso della nostra infanzia, genitori e maestri ci hanno insegnato filastrocche e canzoncine per consentirci di giocare con gli altri bambini; una di queste è senza dubbio “Giro giro tondo”. Una filastrocca che cantavamo a squarciagola, mentre stringevamo la mano dei nostri amichetti, giravamo in tondo formando un cerchio e, a canzone terminata, ci accovacciavamo al suolo tra le risate e il sedere dolorante. Di certo non eravamo al corrente del triste episodio che diede vita a quella filastrocca, nè potevamo capire il senso di quelle parole ormai perdute, che furono opportunamente modificate dalla versione originale inglese: “Ring-a-ring o’ roses, A pocket full of posies, A-tishoo! A-tishoo! We all fall down.”.

girogirotondo

La leggenda: Tra gli anni 1665-66, la popolazione di Londra venne decimata dalla Grande Peste (si dice che ci furono oltre 100.000 vittime). I superstiti giravano per le strade invase dai cadaveri, indossando sotto il loro naso dei piccoli sacchettini ricolmi di petali di rose e altri fiori, in modo da non avvertire i vomitevoli olezzi della putrefazione. Proprio in quel momento, per i genitori nacque la necessità di educare i bambini e abituarli all’idea che “tutti potessero morire”, cosa che fecero attraverso le parole di questa filastrocca, allo scopo di esorcizzare quella realtà fin troppo crudele. Sappiamo che una prima versione di “Ring-a-ring o’ roses” venne scritta nel 1881, ma si dice che una canzone simile girasse già in Europa nel 1790 ed è giunta fino a noi nelle sue numerose versioni.

girotondo-bambini

“Giro, giro tondo,
casca il mondo,
casca la terra,
tutti giù per terra!

Giro, giro tondo
Il mare è fondo,
tonda è la terra,
tutti giù per terra!

Giro, giro tondo
L’angelo è biondo,
biondo è il grano,
tutti ci sediamo!

Giro, giro tondo
Il pane è cotto in forno,
buona è la ciambella,
tutti giù per terra!”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...