1.300.000 firme non bastano a fermare la Monsanto.

Manca ancora qualche mese alla decisione definitiva sull’uso o divieto del famigerato Roundup, il Glifosato prodotto dalla Monsanto che funge da erbicida, eppure sono già trapelate notizie sconfortanti per ogni singolo abitante di questo pianeta.

La Ue tira dritto: altri 10 anni per l’erbicida Monsanto

monsanto-roundup-696x464

Sembra che non siano risultate sufficienti, le numerose petizioni firmate da oltre 1.300.000 cittadini consapevoli del danno ecologico e salutistico derivante dall’utilizzo del prodotto di cui sopra, poiché anche se considerato Potenzialmente cancerogeno, l’uso del Glifosato verrà (con tutta probabilità) confermato per altri 10 anni (molti di più, rispetto ai 7 anni richiesti dal Parlamento Europeo) dando una chiara risposta a tutti noi:

Per il sig. Junker, il volere del cittadino non conta un cazzo!

La notizia è giunta tramite un tweet da parte della ong tedesca Foodwatch, nel quale è scritto: “La Commissione proporrà una dettagliata proposta scritta agli Stati membri per consentire per un altro decennio l’uso del principio attivo del Round Up della Monsanto, l’erbicida più usato al mondo.”

Schermata-2017-07-11-alle-18.24.56

Mentre per la IARC (Agenzia internazionale dell’Oms per la ricerca sul cancro), il glifosato è potenzialmente cancerogeno, per l’Efsa (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare – Parma) non ci sarebbero ancora evidenze plausibili sulla sua cancerogeneicità, rifiutandosi di accettare anche i numerosi e recenti esempi di contaminazione per l’essere umano: vedi 14 donne incinte su 14 esaminate sono risultate positive alla ricerca di glifosato nelle loro urine.

Direttamente dal Salvagente: “Oltre al rinnovo di 10 anni, ecco quali sono gli altri punti principali della proposta della Commissione Ue: conferma del bando per la POE-Tallovamina, la sostanza chimica impiegata per miscelare molecole diverse in molti pesticidi ed erbicidi; l’obbligo di minimizzare l’uso di pesticidi con glifosato in aree vulnerabili, come parchi pubblici, giardini, aree di giochi e sport, cortili scolastici e nei pressi di ospedali e case di cura; nessuna altra prescrizione da parte dell’Ue, ma responsabilità riconosciuta in capo agli Stati membri per la valutazione e l’eventuale autorizzazione di pesticidi. Gli Stati Membri dovranno quindi prestare cura all’uso in zone freatiche, a proteggere gli operatori, alle conseguenze su vertebrati e piante, all’iterazione con il raccolto nei campi.” qui il link all’articolo.

Bisogna fare attenzione proprio alle parole sopraccitate:
l’obbligo di minimizzare l’uso di pesticidi con glifosato in aree vulnerabili, come parchi pubblici, giardini, aree di giochi e sport, cortili scolastici e nei pressi di ospedali e case di cura – Proteggere gli operatori – Iterazione con il raccolto nei campi.” In poche parole, significa che questa gentaglia è pienamente consapevole dei rischi derivanti dall’utilizzo di tale prodotto, ciononostante se ne fottono altamente.

La proposta verrà nuovamente discussa tra il 19 e il 20 Luglio c.a., ma non sarà ancora votata, per quello si attenderà certamente settembre. Intanto, la coalizione europea “ICE StopGlyphosate”, composta da oltre 100 ONG europee, non ha alcuna intenzione di fermarsi a quelle firme raccolte tramite la petizione, ma sarebbe il caso di dar loro un’ulteriore manina e apporre anche la nostra firma. https://stopglyphosate.org/en/

qui la versione nostrana del sito web ICE StopGlyphosate
http://www.stopglifosato.it/petizione-ice-stopglyphosate/

Altre fonti
Foodwatch.org

Annunci

4 pensieri su “1.300.000 firme non bastano a fermare la Monsanto.

  1. Firmato, speriamo serva, ma purtroppo Monsanto ha un potere enorme e la capacità di influenzare governi e commissioni, è incredibile che non si riesca a fermare e che vinca sempre il dio denaro anche sulla salute!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...