Lughnasadh (Festa di Lammas), la festa del raccolto.

lughnasadh2

La luna piena di Luglio, detta anche del raccolto o del grano, segna il culmine della stagione dell’abbondanza. In questo periodo la vegetazione è lussureggiante, profumata e aromatica, colpita da raggi di sole intensi che ne moltiplicano le forze naturali. Anche l’erba è pronta per essere falciata e i cereali sono ormai maturi, mentre la Madre terra ci richiama a gran voce per ascoltare il profondo legame che un tempo ci univa. È giunto il momento di raccogliere i primi frutti offerti dalla Madre Terra, coltivati dall’uomo con passione e umiltà, oltre che ringraziare gli dei per l’abbondanza e pregarli per la buona riuscita del successivo raccolto. Ma questo è anche il momento di tirare le somme spirituali, qundi degli addii, dell’abbandono di tutte le abitudini, delle cose e delle persone che sono state d’impedimento alla buona riuscita dei nostri propositi.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il Sabbat del 31 Luglio/1°Agosto, noto come Lughnasadh o festa di Lammas, è conosciuto nei rituali celtici come la festa del raccolto: una festa che poteva anche decidere le sorti di intere comunità. Il nome è derivante dal Dio del fuoco e della luce (Lugh) che spesso viene fatto risalire alla commemorazione della madre Tailitiu, la quale morì nel tentativo di preparare le messi per le sue nozze. Durante questa commemorazione le comunità si riunivano per svolgere giochi di forza in onore delle divinità, oltre che erigere numerosi falò propiziatori e di ringraziamento. Nascita, morte, rinascita, è una dicotomia presente in molte culture antiche, e anche in questo caso si presenta sottoforma di fertilità, raccolto, trasformazione in farina e pane per un continuo ciclo della vita e la sopravvivenza dell’uomo.

Una piccola curiosità: in alcuni luoghi è ancora osservata l’usanza della creazione di una bambola con l’ultimo covone mietuto, creata come rappresentazione della Dea della terra e del grano, e poi bruciata per propriziare l’avvenire. Altri popoli creano bambole di mais a forma di uomo, al quale affidare tutto cio si sarebbe dovuto fare nel corso dell’estate e non è stato fatto per mancanza di tempo, semplicemente come augurio per una realizzazione futura.

Altra piccola curiosità nell’ambito della stregoneria: Lughnasad è anche un ottimo periodo per ripulire la casa dalle energie negative. Basterà procurarsi una candela bianca, del sale e le seguenti erbe: origano, buccia di limone, finocchio e foglie di alloro, che andranno sminuzzate e bruciate all’interno di un porta incenso. Incensate ogni stanza della casa, portando con voi la candela bianca accesa e il sale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...