Scelte obbligate per un autore in erba.

scrittori

Oggi, venerdì 7 luglio 2017, chiudo volutamente ogni rapporto con il mondo delle case editrici free e apro le porte al mondo del self publishing… definitivamente! È stata comunque una bella avventura che mi ha dato modo di crescere professionalmente, ma che mi ha dato anche modo di aprire gli occhi su alcuni aspetti oscuri dell’editoria moderna, troppo spesso taciuti dalle stesse vittime.

Quando sei un autore in erba, hai così tanta voglia di veder pubblicata la tua opera, ma così pochi soldini, che spesso sei costretto a lanciarti con entusiasmo e fiducia verso l’editoria free. Col tempo, ti rendi conto che la parola “Free” nasconde spesso tentacoli che ti stringono in una morsa invisibile, e ti accorgi di essere un misero burattino alla mercè del furbone di turno. Molti editori free, fanno credere che la strada sia tutta in discesa e convincono l’autore in erba con parole che solleticano il suo interesse: facciamo tutto noi, editiamo, pubblichiamo, faremo presentazioni e metteremo in vendita il libro in tutte le piattaforme fisiche e digitali completamente a costo zero, e ti daremo anche la percentuale come da contratto.

Ma poi, quando tutto è firmato e l’autore si è fatto un culo madornale tentando di organizzare eventi, presenziare sui social e in quella multitudine di gruppi a tema, rompere le palle a amici e parenti, vendere copie come se fosse un venditore di folletto porta a porta… si realizza la realtà che non avrai nemmeno quel poco che ti spetta. Fioccheranno le molteplici scuse per non adempiere agli accordi contrattuali. A volte sarà un problema di conteggi, altre volte sarà per colpa delle grandi distribuzioni che non pagano, altre ancora sarà per colpa di un fantomatico hacker che si è intrufolato nel sito web dell’editore svaligiando i conti, eh sì, cercano di fotterti anche con le stronzate alle quali credono soltanto loro. Ma, intanto, le copie sono andate via come il pane, le recensioni si sprecano, gli ebook scaricati non si possono contare (potrà farlo solo colui che l’ha pubblicato – l’editore stesso) in poche parole: non c’è verso di sapere quanto e quando avrai ciò che ti spetta di diritto. Loro sanno bene come funziona il giochetto. Vuoi che un poveraccio d’autore alle prime armi, mi possa portare in giudizio per pochi spiccioli, rischiando anche di pagare le spese legali?

Quindi, a conti fatti, l’autore ha soltanto una carta da giocare per questioni di dignità personale: recedere il contratto, cercare di ottenere qualcosa e dimenticare!

Ma il furbacchione è pronto anche a quell’eventualità, tanto che ha già preparato un bel foglietto di carta dove c’è scritto: “Confermado la rescissione, nulla ti sarà dovuto!” e tu non potrai fare a meno di firmarlo, quanto meno per toglierti quella spada dalla testa che non ti fa dormire la notte. Ma la cosa non finisce qui, perché il tormento continua e il furbastro non si sogna nemmeno di togliere il tuo libro dagli scaffali o dai siti web, continuando a guadagnare dalla tua eventuale nuova pubblicazione intrapresa per alti lidi, cosa che ti spinge a sputtanarlo in ogni dove per evitare che altri cadano nella rete.

Fate attenzione, amici dai grandi sogni e dalla penna facile, informatevi prima di firmare contratti o potreste rischiare d’essere spennati come i polli, non tanto nel denaro, ma nella dignità.

spennati

Ma andiamo al sodo. Come dovreste già sapere, dato che vi ho sfracanato i cojoni nei post precedenti, lo scrivente ha già chiuso 2 dei 3 contratti di pubblicazione e si è premurato di pubblicarli da self con grandi soddisfazioni. Ebbene, oggi è tornato nelle mie mani anche il terzo libro ed è già pronto per essere ripubblicato su Amazon. Sia chiaro che non ho nulla da ridire sull’operato della Omnia One Group, anzi, quei ragazzi si sono dati un gran da fare e li ringrazio. È semplicemente giunto il momento di percorrere in solitario quella strada che a tanti può apparire in salita, e stringere tra le mani qualcosa di diverso delle vuote parole o delle frivole scuse che molte c.e. propinano a destra e a manca. Se da questa nuova visione editoriale ci saranno frutti, siano questi deliziosi o marci, adesso arriveranno al destinatario senza alcun filtro… o quasi! Quindi, chi vorrà continuare a leggere le storie narrate da questo piccolo scribacchino, anche se non ha più alle spalle quella fuorviante e mendace coperta che può essere il logo di una casa editrice, avrà tutta la mia gratitudine e la certezza che tutto il tempo speso, nonché l’eventuale denaro, andrà nelle giuste mani. Non l’ho mai fatto per denaro e non vorrei passare per un ingrato arrogante, ma alla fine le storie le ho immaginate, scritte, editate e corrette, ho illustrato tutte le copertine a mano libera e tavoletta grafica, ho creato i file epub per gli ebook… cosa mi mancava per camminare da solo?

Grazie per l’attenzione e aspettatevi un post per la nuova pubblicazione di “Non puoi ucciderli tutti”… la guerra è guerra! 🙂

Non puoi ucciderli tutti covercompleta

Annunci

10 pensieri su “Scelte obbligate per un autore in erba.

  1. Bravo Filippo!! Fai bene a far da te, tanto lo facevi anche prima per far guadagnare qualcun altro.
    😉 Conosco purtroppo bene il problema, come ti avevo già accennato (e ci ho fatto anche un post tempo fà) sono impelagata anch’io con alcuni contratti che non vedo l’ora di rescindere… quell’editore farebbe bene a vender gelati se ci riesce, perchè per quanto riguarda gli e-book è una catastrofe! Si limita a metterli sulle piattaforme. Fine del suo lavoro! E come per te (io ho un contratto di 5, ben 5 anni!!) non sono mai riuscita a sapere quante copie son state scaricate! Certo ho la fortuna di aver incontrato anche un altro editore, molto serio che ha pubblicato altre mie opere, ma l’amaro in bocca resta lo stesso. Purtroppo quando credi nel prossimo e in tutto quello che ti propina e gli dai piena fiducia, spesso son questi i risultati. 😐

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...