L’Europa occidentale si muove per la legalizzazione delle violenze commesse dai migranti.

Certo è una notizia scioccante, ma non è una novità!
Molti non ricordano, o non vogliono ricordare, che in un recente passato un certo numero di stupratori venne salvato dalle parole: “non comprendono culturalmente le leggi di violenza occidentale, così come la parola No”. E oggi ci vogliono inculcare l’idiozia nascosta in parole come “malintesi culturali”, per minimizzare le violenze perorate dai migranti ai danni di tutte quelle vittime che non riceveranno mai giustizia. A detta loro (degli stupratori islamici), il vero crimine sarebbe quello di processarli per ciò che nella loro cultura è un atto autorizzato.

merkel colonia

Diciamocelo chiaramente: la legalizzazione “de facto” dello stupro è già in vigore.

Di recente, un giudice tedesco ha assolto uno stupratore turco da tutte le accuse, nonostante credesse ad ogni parola della vittima di 23 anni, inclusa la descrizione della violenza subita (la sua testa spinta tra due posti letto dopo aver detto no), perché in Turchia potrebbe essere “culturalmente” considerato sesso selvaggio, quindi non c’era alcun intento di stupro da parte dell’accusato.

Ricapitoliamo: “Tutte le prove sono state confermate, ma sono state ignorate con la scusante del malinteso etnico”.

Ma anche in Svezia ci fu un caso analogo, poiché un violentatore riuscì ad evitare l’accusa di stupro ai danni di un’adolescente, perché “non riusciva a capire”. Il tribunale si schierò subito a favore del migrante, suggerendo che il ripetuto “No” della ragazza riguardava solo il sesso anale forzato, quindi i giudici non lo considerarono stupro.

Congo-violenze

Infine, come riferito a febbraio da Kit Daniels in un articolo del Prison Planet, una corte svedese ha condannato un solo migrante musulmano a soli due mesi in prigione, oltre a pagare 2800 dollari alla vittima, dopo essere stato condannato per aver violentato una bambina di 13 anni. Un quadro della situazione che ci svela l’insorgenza di una vera cultura dello stupro che si sta svolgendo in Europa, ma che non sembra riuscire ad attirare la dovuta attenzione (oserei dire che la cosa non interessa).

stupro-isis

Ma qualcosa di più grave l’abbiamo letta in passato, e precisamente nel lontano maggio 2012 in un articolo passato in sordina: “631 ragazzine cristiane violentate da una banda di pedofili pakistani nell’arco di 5 anni”. Seppure la banda dei 9 uomini islamici venne sgominata con l’accusa di aver costruito una sorta di tratta di minorenni a scopo sessuale, gli stessi si difesero a spada tratta, affermando che l’usare le ragazzine era stato un loro diritto previsto dal Corano.

(Sura 4:24) – E vi sono vietate le mogli sposate di altri popoli, a meno che non siano cadute nelle vostre mani come prigioniere di guerra o siano schiave comprate.

Precisazione: Sempre secondo il Corano, una donna per poter provare a un giudice di essere stata violentata ha bisogno di quattro testimoni. Perciò, sebbene la pena imposta dalla sharia per lo stupro è la pena capitale, la consuetudine di dover dimostrare la violenza attraverso la testimonianza di 4 maschi, impedisce alle donne di avere giustizia in quanto, il più delle volte, l’accusa di stupro – in cui è difficilissimo portare davanti al giudice 4 testimoni – diventa un’accusa di adulterio o di pratiche sessuali fuori dal matrimonio per la donna che viene così arrestata. Solo in Pakistan, per esempio, quasi il 75% delle donne è in prigione per aver denunciato uno stupro. (qelsi)

schiavesessuali

Secondo quanto sopracitato, le ragazzine non meritavano alcun rispetto in quanto ospiti di case famiglia e non islamiche. La religione islamica chiarisce come lo stupro sia comunque responsabilità della donna che non lo ha evitato. Le ragazzine hanno accettato appuntamenti dati per telefono o via internet, ci sono andate, hanno accettato bibite e schede telefoniche, e questo comportamento le ha definite come “esposte”. Quindi, secondo gli accusati, non solo le ragazzine non erano cristiane, verso le quali non c’è obbligo di rispetto, ma si erano esposte e non hanno protetto il loro onore fidandosi di sconosciuti che gli offrivano qualcosa. Sempre nello stesso articolo, citato qui, l’ex ministro laburista Keith Vaz sostenne che: “Menzionare le origini pachistane dei condannati, significa fare il gioco dell’estrema destra, e in un Paese politicamente corretto come la Gran Bretagna non si possono formulare critiche nei confronti di specifiche identità religiose o etniche, con l’eccezione dei soliti cattolici e dei soliti ebrei, che possono essere aggrediti sempre e ovunque. Mica vorremo fare il gioco dell’estrema destra? Per qualche centinaio di mocciose? Solo due sono morte, non esageriamo.”

Sapete chi era il pubblico ministero che si battè per sgominare la gang de pachistani? Nazir Afzal, un musulmano di origini pakistane, il quale disse: “Il bagaglio culturale importato dagli imputati ha giocato un ruolo centrale, per loro la donna è un essere inferiore”. L’accusatore fu un pachistano musulmano, ciò vuol dire che gli uomini d’onore nascono a tutte le latitudini, ma è sconfortante sapere che nessun giudice britannico si schierò dalla parte delle vittime, calpestando la vita di centinaia di ragazzine segnate per la vita, due delle quali morirono.

islamist-migrants

Nelle statistiche di quel periodo, notizie identiche pervennero anche dalla Norvegia, dove l’80% degli stupri era stato commesso da uomini islamici su donne norvegesi, ma lo stesso avvenne in Svezia, in Danimarca, in Olanda (anche se in nome della libertà di informazione fu vietato dare ai media la connotazione etnica dei criminali per non incoraggiare la destra xenofoba), ma anche in Francia e in Australia, dove gli episodi di stupro eseguiti da gruppi islamici contro donne cristiane, cioè infedeli e violentabili, erano in netto aumento.

(Crimini nascosti dietro la parola razzismo)
Le civiltà extraeuropee sono tutte rappresentate come armoniose, sagge, in meraviglioso equilibrio con la natura. Tutte le volte che c’è un dissidio tra un europeo ( cioè un cristiano) ed un extraeuropeo, l’europeo ha torto. Quindi facciamo parte di una società civile che è stata capace di lapidare mediaticamente la Fallaci, ma che non è capace di comprendere il tragico errore di fuggire dalla parola razzismo per paura di rappresaglie mentali. Viviamo in un’Europa che permette a chiunque di varcare i propri confini, nella ferma convinzione che siano tutti buoni e che rispettino le regole che non gli appartengono, e subiamo giornalmente il peso dell’opinione di quei paesi che non si sporcano le mani.

Fonti web
https://www.prisonplanet.com/rape-legalization-gains-ground-amid-migrant-influx-in-europe.html
http://www.magdicristianoallam.it/blogs/verita-e-rivoluzione/violentano-le-ragazzine-occidentali-perche-il-corano-legittima-lo-stupro-delle-non-musulmane.html
http://www.qelsi.it/2016/le-regole-dellislam-sullo-stupro-se-non-hai-quattro-testimoni-maschi-ti-lapidano-per-adulterio/

Annunci

8 pensieri su “L’Europa occidentale si muove per la legalizzazione delle violenze commesse dai migranti.

  1. Aberrante e disgustoso! La maldetta sinistra di merda filoislamica da sempre vuole farci sottomettere e scomparire come vuole il piano Kalergi. Ma pensa un po’:secondo la mia di cultura,e io rappresento una minoranza religiosa quindi vado tutelata,chi osa alzare un solo dito contro una donna,o peggio una bambina,deve essere castrato sulla pubblica piazza e poi eventualmente ucciso! A ognuno la sua cultura….la mia é questa,alla faccia dei trinariciuti di merda e degli immigrati criminali che qualcuno osa definire uguali a noi!

    Liked by 1 persona

  2. L’ha ribloggato su phehinothatemiyeyelo – Vento nei Capellie ha commentato:
    E ci sono ancora degli scellerati che votano la sinistra ipocrita e speculatrice! Abbiamo al governo decerebrati come la Boldrini che stanno a pensare ai saluti romani in onore dei martiri di Saló ma non si preoccupano minimamente degli innumerevoli crimini degli immigrati e dell’avanzare spudorato e senza freni integralismo islamico. Qui se la gente non si sveglia alla svelta altro che piano Kalergi! Si ritorna al più orrendo medioevo,con le donne e la loro sacralità calpestate da esseri misogeni e arretrati!

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...