Quegli strani gommoni…

Di questi tempi, un po’ tutti parliamo di migranti (lo facciamo in tutte le salse), e vi assicuro che non sono pochi, quelli che si pongono domande interessanti (oserei dire “fondamentali” per comprendere il fenomeno migratorio) che riguardano dei particolari che “qualcuno” preferisce omettere dal quadro generale, forse per l’ovvietà e/o l’imbarazzo della risposta.

Questa gente, come e dove si procura quegli strani gommoni?

migranti-675

Girando per il web, mi sono imbattuto in varie discussioni che vorticavano intorno alla sopracitata tematica, e l’occhio è caduto su alcune ipotesi dall’analisi intrigante e, probabilmente, molto veritiere. Tuttavia, sebbene tali ipotesi possano condurre verso una mezza verità, ci tengo a precisare che si tratta sempre ed esclusivamente di teorie.

Ok, imbarchiamoci 🙂

A quanto pare, una buona parte della produzione di questi natanti, sempre diversi per dimensione, colore e tipologia, avviene probabilmente in Tunisia, dove ci sono parecchi cantieri e/o aziende disposte a fornire tali mezzi in breve tempo. La cosa imbarazzante, è che tra queste ci potrebbero anche essere alcune imprese di nazionalità italiana, o quantomeno gestite da italiani, che per la precisione sono ben quattro. Questo non significa che siano impelagate nel sistema migratorio, poiché qualunque dipendente tunisino avrebbe potuto acchiappare la palla al balzo e impiantare alcune aziendine direttamente in Libia, dato che, tra l’altro, la costruzione di quelle zattere è alquanto semplice: tessuto, vetroresina, forbici, pennelli, e un piccolo motore marino di pochi cavalli, eventualmente anche usato.

gommone_migranti

A conti fatti, un natante costruito in tubolari di gomma e utilizzabile per il trasporto di 50 persone, può essere creato con poco meno di 15.000 eurozzi, a fronte di circa 75.000 euro d’incasso netto a traversata (mediamente 1.500 euro a persona). Capirete che il guadagno è stratosferico e che l’affare può far gola a chiunque, specialmente se si considerano i numeri relativi agli ultimi natanti soccorsi, i quali contenevano ben più di 150 persone cadauno.

migranti-6-6-2015

Sappiamo che gli scafisti non vengono mai presi. Probabilmente perché il pilota è uno degli stessi migranti (motivo per il quale scrissi “questa gente” e non “scafisti”) al quale è stata omaggiata una traversata in cambio dell’utilizzo di una bussola, per potersi mettere nella giusta direzione, e la garanzia di far percorrere al natante quelle poche miglia dalla costa, dove, con tutta probabilità (forse sarebbe meglio dire: con certezza matematica), avrebbero incontrato i taxi (la flotta di sbarramento per i salvataggi in mare) che li avrebbero condotti verso un “nuovo mondo” di zucchero e miele, ma anche di hotel a 5 stelle, di ricariche telefoniche e tanto altro.

battello

Perché si crede in queste teorie?
Perché quegli strani gommoni non potrebbero mai affrontare l’intero viaggio con quei ridicoli motori (gli scafisti albanesi ne usavano un tipo 10 volte più potente), che avrebbero comunque bisogno tra i 300-500 litri di carburante (non c’è spazio per gli eventuali bidoni o fusti), e non con quelle strutture che appaiono così fragili da potersi sfondare sotto quel peso consistente o ribaltarsi alla prima ondata di traverso, in quanto lunghi e stretti per aumentarne la velocità, ma non la sicurezza. Sono imbarcazioni “chiaramente” costruite per i brevi tragitti, dai costi contenuti e dai facili guadagni.

Lo ripeto: sono soltanto teorie! Ma si dice che il pensar male può condurre alla verità.
Fate vobis 😉

Annunci

10 pensieri su “Quegli strani gommoni…

  1. Mai avuti dubbi! É tutto un complotto dei finti buonisti rossi per speculare e incassare in accordo con gli altri delinquenti trafficanti nordafricani. Senza contare il piano Kalergi in piena attuazione sotto gli occhi assonnati di menti condizionate

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...