Questo week end parliamo di… arte dell’arrangiarsi!

Ci sono persone così fragili e poco fiduciose nelle proprie possibilità, che si arrendono al primo intoppo e si dicono sconfitte ancor prima di tentare una qualsiasi reazione. Al contrario, ci sono persone che non si arrendono tanto facilmente, che combattono, si reinventano, si buttano nella mischia e si arrangiano come possono per andare avanti. Di questi tempi non è affatto facile continuare a credere che ci possa essere un barlume di speranza, dovunque volgi lo sguardo, vedi i tangibili segni di una società in decadenza. Segnali che, purtroppo, accrescono in maniera esponenziale quel senso di sfiducia che sta mietendo vittime a tutto spiano. Ma noi siamo pur sempre esseri umani, abbiamo ricevuto il dono della fantasia, della creatività, qualità che ci rendono speciali e ci consentono di navigare anche contro corrente.

Ma davvero si può tirare avanti con la sola fantasia? A quanto pare sì!
Quantomeno ci si può provare, a patto di mettersi in gioco senza se e senza ma.

Un esempio ce lo regala il seguente video, nel quale ci viene mostrato l’estro creativo di un ragazzo alle prese con un insolito strumento musicale e un paio di ciabatte. Strumento che è stato costruito intrecciando sapientemente dei tubi in pvc, e dai quali fuoriescono note musicali che vi lasceranno sbalorditi. Un’invenzione geniale! Certo, non è come esibirsi in una sala da concerti e non tutti possiedono le dovute conoscenze musicali, ma rimane un ottimo spunto per chiunque voglia cimentarsi nell’arte dell’arrangiarsi. Buona visione.

Annunci

2 pensieri su “Questo week end parliamo di… arte dell’arrangiarsi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...