Signori della cricca, l’Italia ha parlato! È giunto il momento di tornare a scegliere!

Questo 4 dicembre non sarà dimenticato facilmente! Molti non s’aspettavano una risposta così compatta da parte dei cittadini italiani, soprattutto degli under 60, mentre tanti altri si rifiutano di comprendere questa inattesa aria di cambiamento e difendono ancora a spada tratta, e senza alcuna cognizione della realtà, il loro subdolo disegno di mettere un popolo in ginocchio. La realtà dice che al cittadino sta a cuore la vecchia e cara Carta Costituzionale, così come l’hanno lasciata i padri costituenti, e che la libertà di scegliere il proprio futuro è più importante della salvaguardia delle banche, delle trivellazioni, della collusione, degli abusivi, dei ricatti mediatici. Hanno tentato di toglierci il diritto di voto, ma questo non è stato e non sarà mai dimenticato.

4dicembre2

Ma una cosa cade all’occhio di tutti noi, quella che definisco una realtà amara, e riguarda quel 35% di cittadini italioti che non si sono nemmeno degnati di interessarsi dei problemi del Paese, e che, sicuramente, saranno i primi a giudicare con la loro immane saggezza da bianconiglio, tutti quelli che qualcosa hanno pur fatto, nel bene o nel male. Certo, molti di questi avranno problemi legati all’età avanzata, motivo per il quale ho sempre pensato che, dopo una certa età, non dovrebbero più essere tenuti in considerazione, ma sappiamo che un uomo morto da poche ore, può ancora essere utilizzato per un voto di favore (vedi La Qualunque).

laqualunque-e-ancora-calda

Oggi siamo vincitori e vinti, poiché il Referendum ha salvato sì la Costituzione, ma non ha salvato del tutto questo Paese dal baratro, questo lo sappiamo tutti, e l’ombra dell’ennesimo Governo Tecnico si cala sulle teste degli italiani che non hanno ancora assorbito i colpi di mannaia dell’ultimo. La strada giusta è sicuramente il voto anticipato e tornare a scegliere chi dovrà occupare la poltrona principale del Governo, ma la mancanza di una legge elettorale e di un nome degno del ruolo sono dei veri problemi, quindi ci toccherebbe guardare al meno peggio e augurarci di non finire dalla padella alla brace, poiché tanti saliranno sul carro dei vincitori, anche quelli che per questo Paese non hanno mai fatto un beneamato c…, senza contare tutti quelli che sbatti fuori dalla porta e ti rientrano dalla finestra.

le-tre-scimmiette

Ad ogni modo il dado è tratto! Adesso bisognerà guardare al futuro dell’Italia con rinnovato spirito, sperando in una vera ripresa democratica ed economica, di non dover più parlare di voti di scambio e clientelismo, e di un ritorno a quella serietà che serve per governare questo Paese, sempre più bisognoso di un nuovo vento di speranza. L’unica certezza, è quella che non ci sarà alcuna svolta finché quelle poltrone saranno occupate dagli stessi culi che ci hanno condotto in questo casino, quindi, sarebbe auspicabile che tutti gli occupanti se ne tornassero agli antichi mestieri, ma sappiamo che un vitalizio è per sempre, tranne per quelli che l’hanno appena perso, e che certi culi rimarranno lì incollati fino al giorno del giudizio divino.

si-salvi-chi-puo

Al momento mi accontento di aver contribuito a sventare un colpo di stato in piena regola, per tutto il resto attenderò di poter essere chiamato in causa con il mio misero voto, poiché penso che sarebbe anche ora di poter tornare a scegliere in nostro futuro.

Annunci

10 pensieri su “Signori della cricca, l’Italia ha parlato! È giunto il momento di tornare a scegliere!

    • Lodevole! Ma quanti hanno fatto o hanno potuto fare lo stesso? Il mio non vuole essere un modo per togliere un diritto sacrosanto, ma solo è solo la constatazione di una realtà ovvia: molti anziani non possono andare al voto per tanti motivi, ma sono conteggiati ugualmente per questioni di percentuale. Complimenti alla nonna, qualunque voto abbia espresso. 🙂

      Liked by 1 persona

      • Credo che abbia votato NO: non può vedere Renzi…
        Secondo me è un problema di poltroneria (non in senso politico), quindi tirerei in ballo più i giovani che gli anziani.

        Liked by 1 persona

      • Beh, stavolta sembra che i giovani abbiano fatto una gran parte della differenza, probabilmente per risposta proprio a Renzi, contro il quale hanno molto da dire (vedi scontri a Palermo), ma alcuni hanno sicuramente disertato per altri lidi. L’astensionismo rimane una piaga del paese. 😦

        Liked by 1 persona

  1. Contenta x te…. ma non avevo dubbi sull’esito… ho sempre letto di no… mai un si di fronte ai miei occhi in questi vari blog che seguo. Amareggiata solo xche qui ci vuole davvero un cambio come sottolinei… generazionale sicuramente… e di gente nn troppo corrotta come le mandrie ora presenti e dai secoli e nei secoli. .. ci auguriamo tutti che si vada x un miglioramento generale che da troppi anni non si vede… buona settimana fabio ci leggiamo alla prossima

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...