Permacultura – Come creare un orto a spirale per le erbe aromatiche.

Nei post precedenti vi ho parlato delle basi della Permacultura e della sinergia uomo-natura, oggi concluderemo l’argomento dell’agricoltura sinergica (almeno per il momento), parlando della costruzione di un orto a spirale per le erbe aromatiche. Un mini ambiente con diversi microclimi che non è soltato bello esteticamente, ma anche utile per la varietà di piante che può ospitare in perfetta autonomia. È chiaro che una costruzione del genere starebbe benissimo in un giardino dalle ampie dimensioni, ma tale creazione può adattarsi alla bisogna su qualunque porzione di terreno disponibile. Attraverso la costruzione a spirale, possiamo fornire sole, ombra, calore o frescura alle varie piantine, a seconda della posizione scelta in fase di progettazione, e questo significa dover pianificare in anticipo la scelta e la distribuzione delle piante per garantire il loro fabbisogno.

2

La dimensione ottimale per una buona riuscita del nostro orto, è di circa 3 metri quadri, ma anche 2 metri quadri possono bastare per coltivare le aromatiche che più ci serviranno. La prima cosa da fare è la creazione della struttura di contenimento che dovrà sostenere le nostre amiche innalzandosi fino a circa 1-1,5 metri, quindi… al lavoro!

Cosa ci serve?
Questo dipenderà dalla vostra fantasia e/o necessità, in quanto alcuni progetti includono la creazione di un piccolo laghetto ai piedi della spirale (vedi sopra), altri si limitano alla semplice creazione di base, ma la cosa bella è che non c’è alcuna imposizione sulla scelta dei materiali, quella spetta al progettista… tu!

Strumenti da lavoro essenziali: una pala per lo scavo, bastone e filo per tracciare la spirale, tanta fantasia!

Per la creazione della spirale, in linea di massima si può scegliere tra:
-Pietre calcaree, sassi, rocce, mattoni, legno o materiale di riciclo per la struttura di contenimento (la vostra creatività è il punto di partenza);
-Terriccio naturale, terriccio universale, compost, calcinacci calcarei;
-Un serbatoio o un telo impermeabile per la creazione dell’eventuale laghetto;
-Mattoni, ghiaia, cippato, legname o pietrisco, se volete creare un vialetto che giri intorno alla spirale;
-Piante o Erbe aromatiche preferite;
-Buona volontà!

Dunque, sicuramente avrete già deciso dove far sorgere la spirale, quindi iniziamo!

Dopo aver liberato l’area da eventuali ostacoli, con l’ausilio di bastone e filo tracciamo un cerchio da marcare con pietre o altri oggetti, in questo modo ci siamo fatti un’idea delle reali dimensioni della spirale. Qualora avete scelto di costruire il vostro laghetto artificiale, questo è il momento giusto per creare la buca che ospiterà il serbatoio o il telo impermeabile, il terreno dello scavo tenetelo da parte, ci servirà tra un momento. Cominciamo a costruire la struttura portante partendo con le pietre più grosse, quindi riempiamo il centro della spirale con il terriccio, la ghiaia o calcinacci che permettano il filtraggio dell’acqua, e proseguiamo con l’innalzare la spirale fino all’altezza desiderata (ma non meno di 1 metro), e continuiamo a riempire gli spazi vuoti ricordiamoci di lasciare uno spazio sufficiente tra le fila della spirale (non meno di 30 cm) per poter alloggiare le nostre piante. Facile… No? 😛

8

Quali piante scegliere?

Sicuramente non quelle che tendono ad espandersi in larghezza o in altezza, si rischia di dover rinunciare ad altre piante. Tutto dipenderà dalle varie aree create e dal microclima, che potrà essere Umido, Paludoso, Mediterraneo o tipicamente Centrale. Le seguenti immagini ci potranno semplificare le cose.

Piante adatte per la spirale aromatica (da Terranuova.it)

Area Mediterranea (zona A): rosmarino (1), lavanda (2), issopo (3), camomilla romana (4), salvia (5), salvia uliginosa (6), santoreggia di montagna (7), timo (8), mentuccia (9).

Area Centrale (zona B): rucola (10), nasturzio (11), dragoncello (o estragone) (12), cumino dei prati (o carvi) (13), cipolla d’inverno (14), calendula (15), cipolla egiziana (16), aglio cinese (17).

Area Umida (zona C): melissa citronella (18), prezzemolo (19, non può stare vicino all’erba cipollina), elicriso italiano (20), aglio cinese (21), aglio (22), aneto (23), timo (24), erba cipollina (25).

Area Paludosa (zona D): olmaria (26), veronica beccabunga (27), crescione d’acqua (28).

P: sono le pietre calpestabili per raggiungere le zone alte della spirale.

Qui altre immagini di spirali prese dal web

Se non avete ancora le idee chiare o vi trovate in difficoltà progettuali, potrete sempre fare un salto sul web per scopiazzare le tantissime idee di progettazione, oppure, ancora meglio, pensare di acquistare un libro dedicato alla permacultura per orto e giardino.
Buona serata.

Annunci

4 pensieri su “Permacultura – Come creare un orto a spirale per le erbe aromatiche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...