E che cazzo! Ti rubano gli articoli e non ti dicono nemmeno grazie.

E che cazzo!
Ti dai da fare, lavori sodo, leggi, leggi e leggi per creare articoli interessanti, utili, ma c’è sempre qualcuno che ti RUBA il lavoro fatto, spacciandolo per proprio, e senza nemmeno prendersi la briga di citare la fonte originale. Questo è il caso di BARBANERA NEWS, canale presente su  facebook a questo link, e presente anche su altervista con tanto di blog, che pensa di farsi bello, scrivendo sugli articoli “edit by barbanera”, quando dovrebbe scrivere “Copiato da barbanera”, ma intanto la gente non conosce i retroscena e continua a mettere like che si trasformano in pubblicità e soldini, ma tutti questi soldini non finiscono nelle tasche del vero autore.
Questo articolo è stato presentato alcuni minuti fa dal tizio, articolo di cui ho fatto due screenshot come prova del furto, con tanto di commento personale. Cercate sempre di capire le fonti degli articoli che trovate in giro, perché spesso è farina del sacco altrui.

– Articolo apparso oggi su barbanera: http://barbanera.altervista.org/chemioterapia-delle-azien…/…

– Articolo originale (mio) del 17 marzo 2015: https://filippofabiopergolizzi.wordpress.com/…/chemioterap…/

screenshot-www-facebook-com-2016-09-07-15-53-34
screenshot-parte barbanera.altervista.org 2016-09-07 15-54-10.jpg
screenshot-filippofabiopergolizzi-wordpress-com-2016-09-07-16-05-48
Annunci

37 pensieri su “E che cazzo! Ti rubano gli articoli e non ti dicono nemmeno grazie.

  1. Ma che schifo però, non sopporto proprio quando si appropriano degli scritti altrui e li spacciano per propri, sia che sia un articolo o una poesia o un pensiero qualsiasi, è assoluta mancqnza di rispetto e penso che sia anche punibile volendo!

    Liked by 1 persona

    • Purtroppo, più che invitarlo a inserire la citazione del post originale, o a chiedergli di eliminarlo, non si può fare nient’altro, poiché tra l’altro io non monetizzo dal blog, non l’ho mai fatto, e gli ads sono di wordpress. Ma è comunque giusto sbugiardare questi millantatori che si fanno grandi con le fatiche altrui. L’articolo è stato creato da me, sulla base di altri articoli letti sul web e di cui ho citato le fonti. Questo è ciò che bisognerebbe sempre fare. 😦

      Liked by 1 persona

    • Infatti, Chiara. Basta veramente poco per gratificarci, eppure si continua a far finta che niente sia importante, e che nessuno si farà male. Ma per chi scrive per vivere, o per semplice passione, il veder rubare il proprio lavoro è una mazzata sulla capoccia. Il ladrone andava denunciato alla comunità, che impari a vivere di rispetto, sempre se ne conosce il significato. Che mondo di cialtroni… è mai possibile che bisogna temere anche per la propria identità intellettuale? Mah, nemmeno le penne sono più al sicuro! 🙂

      Mi piace

  2. Purtroppo non è possibile riuscire ad evitare di essere copiati; personalmente scrivo tutto con licenza CCbySA, sperando che chi eventualmente mi copiasse, rilasci il tutto con la stessa libertà, senza trarne guadagno.
    In ogni caso l’unica arma a disposizione è evidenziare questi episodi ogni qual volta che li si scopre.
    Anche una singola voce può essere ascoltata e letta.
    A presto

    Liked by 3 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...