Ingombrante, luminoso, assordante. È il Flipper!

Ingombrante, luminoso, dai colori bizzarri e dai suoni assordanti che non passavano di certo inosservati. Un tempo non c’era bar, pizzeria, ristorante, e ovviamente sala giochi, che non ne ospitasse almeno un esemplare. Sto parlando del “Flipper”.

Flipper50

Era uno dei passatempi preferiti da ragazzi e adulti, senza distinzione di sesso o età. Un modo per scacciare la noia, tenere lontani i pensieri e sfogare gli istinti repressi. Apparentemente un gioco semplice, ma in realtà avido di attenzioni e di prontezza di riflessi. Bastava una piccola disattenzione sui movimenti della pallina d’acciaio, che spesso diventava imprevedibile nella schizofrenia dei rimbalzi, per terminare la partita nel giro di attimi e buttare al vento ogni sforzo fatto. Ma la cosa interessante era la sfida nascosta nei suoi semplici meccanismi, nelle vesti grafiche degli elementi rimbalzanti e nelle storie che ci raccontavano di volta in volta. Alcuni ci facevano scendere in campo contro gli invasori alieni, contro i banditi in stile far west, altri ci proponevano le storie dei personaggi del momento. La pallina prendeva la forma di un vendicatore e non dovevamo fare altro che lanciarla con forza contro i nemici inerti e in attesa d’essere colpiti, con la speranza (a volte ci voleva molta fortuna) che si illuminassero nella sconfitta. Inutile dire che ci si poteva divertire anche in compagnia degli amici e sfidarli in cambio di una bevuta, ma uno degli aspetti più graditi, era il fatto che bastassero pochi spiccioli per potersi divertire a lungo, tanto che i più abili riuscivano a far durare una partita anche diverse ore.
Oggi esistono ancora vari modelli tecnologicamente avanzati, oltre le versioni digitali, ma questi mezzi d’intrattenimento rudimentali si possono ancora trovare segregati in angoli poco confortevoli di alcune salette da gioco, poiché hanno fatto spazio alle più amate macchine mangia soldi. La fonte di illusioni meravigliose e delle inutili speranze, ovvero le slot machine.

Non nascondo che, se ne avessi la possibilità, ospiterei volentieri in casa un cotal rudere della passata era, poiché sarebbe una gioia per gli occhi e  per i ricordi, senza contare che una partitina la farei volentieri. Ma non pensate che il loro valore sia calato nel corso degli anni, poiché rimarreste sorpresi nel sapere quanto viene richiesto dagli appassionati. Ad esempio, l’antenato dei flipper che potete vedere nella seguente foto, è attualmente in vendita per la modesta cifra di 1.500,00 eurozzi presso un antiquario.

Per non parlare del meraviglioso nonno fipper

Sarà pure costoso, ma di certo vale tutti i soldini richiesti per la sua unicità e la pregevole fattura. Ma bando alle ciance e godetevi questa piccola carrellata di flipper e simili, nel loro viaggio nel tempo. Arrivederci alla prossima puntata, dove faremo un tuffo nel mondo degli indimenticabili Juke Box.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...