Referendum abrogativo 17 aprile 2016. Andare a votare è un obbligo morale.

“L’Ortodossia consiste nel non pensare, nel non aver bisogno di pensare. L’Ortodossia è inconsapevolezza”, scrisse George Orwell. Non è una bella sensazione: la classe dirigente del Paese sta chiedendo ai cittadini di obbedire senza fornire informazioni adeguate su contenuti e conseguenze delle scelte.

Non cadere nel tranello dei falsi profeti che siedono sulle poltrone del potere, andare a votare è un obbligo morale, oltre che essere l’ultima forma di libera espressione  che ci rimane. Fai la tua parte.

referendum voto

 

Annunci

6 pensieri su “Referendum abrogativo 17 aprile 2016. Andare a votare è un obbligo morale.

  1. Mio marito ed io, e pure il mio primo figlio, siamo intimamente convinti che si DEVE andare a votare e votare sì.
    Ma stasera parlando con un amico che stimo mi parlava delle ragioni del no, e dei posti di lavoro che verranno meno. Non so se questo sia vero, ma io non recedo dalla mia decisione.
    Notte serena Filippo

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...