Palermo, scippi e rapine in aumento: le vittime non hanno riportato gravi conseguenze fisiche.

Dagli ultimi mesi del 2015 e già nei primissimi giorni del 2016, a Palermo si parla di allarme sicurezza e pioggia di rapine ma, come scrivono i giornalisti in veste di consolatori del popolo, le vittime non hanno riportato gravi conseguenze fisiche. Parole consolatorie, per l’appunto, che sembrano avere il potere di calmare le acque e stendere un velo pietoso sull’inadeguatezza del sistema di vigilanza palermitano.

screenshot-www palermotoday it 2016-01-04 13-13-20

Foto e articoli da Palermo today

Che vuoi che sia se non puoi più camminare per strada, attendere un bus o il tram, o prendere l’agognata pensione. Ti hanno appena ripulito? Ridici sopra! L’importante è non aver riportato gravi conseguenze fisiche e poter dire “ripulito, ma contento!”.

tasche_vuote

Oltre il danno, quindi, si aggiunge la beffa dello scrivano al soldo del sistema fallato. Scrivano che, in quanto tale, anziché mazziare chi regge le fila del sistema, giudicando obiettivamente e criticando aspramente il cattivo operato degli organi competenti, si lascia andare a parole ed articoli atti ad infinocchiare il pubblico, suggerendo che in fondo è stato meglio così, poteva anche andare peggio! Parole che dovrebbero alleviare il rapinato e fargli dimenticare la triste realtà che “senza quattrini non si vive”, e che questo mese la sua vita sarà un inferno.

Bisogna dire che gli agenti di polizia, ma anche i carabinieri, fanno ciò che possono per contenere il flusso criminale scatenatosi negli ultimi tempi, ovviamente con i mezzi che si ritrovano. Nonostante questo, per i negozianti e gli abitanti di Palermo (ma anche di tante altre città dello stivale), la tranquillità della vita quotidiana sta scemando, giorno dopo giorno, in un incubo metropolitano che, visti i tempi magri, sembra destinato a non avere fine in tempi brevi. Se al problema dei crimini avvenuti sotto la luce del sole, giudicati alla leggera dal giudice di turno con tanto di rilascio immediato del malvivente, ci aggiungiamo l’indifferenza della gente, è chiaro che i criminali non hanno nulla da temere dal sistema e potranno tornare allegramente a dedicarsi al proprio lavoro.

Anche un disattento capirebbe che in questo sistema c’è ben più che qualcosa di marcio! Diventa anche chiaro il fatto che, questo caos generale dall’aspetto occasionale, in effetti non è quel che sembra e se il fine di qualcuno è quello di ridurre la popolazione alla disarmante paura, quel qualcuno sta facendo bene il suo lavoro.

Dico io, ormai è risaputo che il nostro è un Paese che importa leggi, usi e costumi dai paesi d’oltreoceano, applicandoli alla “comecazzocapita” o alla “comecazzopossoguadagnarci”. Perché allora non importare anche l’uso della legittima difesa e liberalizzare l’uso delle armi alla maniera texana? Perché il cittadino deve attendere che siano gli altri a difenderlo post-trauma? Perché attendere l’apertura delle indagini, quando posso sbrigarmela in due secondi e ad armi pari? Perché continuare a vivere nel dubbio giornaliero di poter rincasare?

Certo! Per i più, questa è istigazione alla violenza gratuita. Favoreggiamento all’uso di armi in un contesto “civile”, dove solo i civili sono costretti a prenderle di santa ragione. Per chi piace riempirsi la bocca di finto buonismo, significa trasformare una città in un far west degli anni andati, dove ognuno poteva farsi giustizia sommaria e, a volte, ingiustificata. Ecc. ecc.

farwest
A questo punto, chiedo a coloro che staranno storcendo il naso leggendo tali parole, di illuminare questo scribacchino sognatore e dissuaderlo dalla ferma convinzione che le nostre città siano già piombate in pieno tema western, ma senza la presenza di uno sceriffo capace di distinguere i buoni (che tartassa ad ogni occasione, restringendo sempre più il loro diritto alla libertà e alla vita) dai cattivi (che si guarda bene dal punire con severità).
Ma se ha ragione lo scribacchino… che cosa è più giusto fare?
Sopperire o Reagire?

Un piccolo riassunto…

screenshot-www palermotoday it 2016-01-04 13-11-40

palermo today

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...