“Kalergi’s Plan”: il genocidio legalizzato per uccidere l’Europa.

Il traffico di clandestini e rifugiati musulmani, che sta creando il caos alla frontiera tra la Grecia e la Macedonia, e il flusso costante di imbarcazioni in arrivo dalla Libia, rivelano una fitta rete di interessi, che utilizza percorsi strutturati dall’aspetto inarrestabile, che generano soldi per la mafia e le organizzazioni terroristiche coinvolte come ISIS. Questo scenario sembra adattarsi perfettamente al piano segreto del Nuovo Ordine Mondiale conosciuto come Piano Coudenhove-Kalergi, conosciuto all’interno dei circoli di destra europei come il “Piano creato per il genocidio sistematico dei cittadini europei”.

Questo piano è stato ideato da un diplomatico austriaco e massone di nome Richard Coudenhove-Kalergi (1894- 1972). Le radici della famiglia Kalergi si possono far risalire alla regalità bizantina unita alla nobiltà veneziana. Coudenhove-Kalergi è stato il primo fautore dell’idea di un’Europa unita, già nel 1920, e proprio per questo motivo è riconosciuto come il fondatore del primo movimento popolare per l’Europa unita. Il padre di Coudenhove-Kalergi, inizialmente un antisemita, divenne un caro amico di Theodor Herzl, il fondatore del sionismo, ma suo figlio, Richard Coudenhove-Kalergi, ha anche forti legami con l’elite cattolica a causa del suo status di aristocratico.

Nel 1922, ha co-fondato l’Unione Paneuropea (PEU) con l’Arciduca Otto d’Asburgo (Principe Imperiale d’Austria), un cattolico convinto, capo della dinastia degli Asburgo ed ex principe ereditario d’Austria-Ungheria. Fu coinvolto nel progetto pan-europea dopo essere diventato Gran Maestro e Sovrano influente dell’Ordine del Toson d’Oro nel 1922. Otto divenne Presidente Internazionale della PEU nel 1973, dopo la morte di Coudenhove. Secondo l’autobiografia di Coudenhove-Kalergi, all’inizio del 1924, e attraverso il barone Louis de Rothschild, entrò in contatto con Max Warburg, che si offrì di finanziare il suo movimento per 3 anni con 60.000 marchi-oro.

PI

Il Piano di Coudenhove-Kalergi divenne evidente nel 1925, quando scrisse sul Praktischer Idealismus: “L’uomo del futuro sarà di razza mista. Le razze di oggi e le classi scompariranno gradualmente a causa della scomparsa di spazio, tempo, e pregiudizio. La razza Eurasian-negroide del futuro, simile nel suo aspetto per gli antichi Egizi, sostituirà la diversità dei popoli con una diversità di individui “. Il libro in questione è molto difficile da trovare. In Germania è praticamente censurato, anche se non è presente nella lista ufficiale dei libri censurati dal governo tedesco. Nel 1990, la casa editrice “Independent News”,  ha pubblicato una sintesi del libro e cercò di stamparlo nella sua interezza, ma il governo fece perquisire i locali dalla polizia e l’unica copia ancora integra di Praktischer Idealismus venne confiscata. Il libro non è nemmeno menzionato sulla pagina internet ufficiale del movimento paneuropeo, ma è comprensibile perché il suo contenuto è chiaramente in opposizione al programma ufficiale del movimento.

Coudenhove-Kalergi suggerì l’inno di Beethoven come inno nazionale della UE ed è stato molto attivo anche nella creazione del logo comunitario, che contiene i simboli massonici. Venne avviato alla Massoneria a Vienna nei primi anni del 1920 ma la lasciò nel 1926 per evitare la pesante critica sollevata a causa del rapporto tra il movimento pan-europeo e la Massoneria. Alcuni dicono che nel 1947 fondò il potente Ur-Lodge Pan-Europa (Loggia Massonica) che è tuttora attivo e trae membri dall’élite politica ed economica.

Interessante è il fatto che ogni due anni venga assegnato il Premio Europeo Coudenhove-Kalergi a quei leader europei che si sono distinti nella promozione di ciò che è al di là di qualsiasi ideologia politica o religiosa. Angela Merkel e Herman Van Rompuy, due delle prime pedine del Club Bilderberg, hanno ricevuto questo premio nel corso degli ultimi anni.

Il lavoro di Coudenhove-Kalergi è servito a preparare l’Unione europea, e fare in modo che molti cristiani, che anno familiarità con le profezie dell’Apocalisse, la percepissero come “Un nuovo Sacro Romano Impero”. L’élite socialista d’Europa, nata dal piano di Coudenhove-Kalergi, ha creato un’Europa unita (sostenuta dal Vaticano) sotto un governo centralizzato, che è in realtà un prototipo per gli Stati Uniti e il resto del mondo, per preparare il terreno fino all’uscita allo scoperto del Nuovo Ordine Mondiale.

Nel frattempo, l’ondata dell’intera popolazione musulmana, viene spinta (come mai successo finora) verso l’Europa per portare a compimento “Il Piano Kalergi”. Questo aumento di tensioni creerà presto disordini civili e porterà a numerose guerre in molte aree del Sud Europa entro il 2020, facilitando così il piano per la riduzione della popolazione.

Fonte Web

Annunci

5 pensieri su ““Kalergi’s Plan”: il genocidio legalizzato per uccidere l’Europa.

  1. Pingback: Stiamo diventando tutti celiaci o si tratta dell’ennesimo complotto? | Liberi di Essere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...