Obbedisci! Non pensare! Dormi!

Essi vivono è un film del 1988 diretto da John Carpenter ed è tratto da un racconto del 1963 di Ray Nelson “Alle otto del mattino”. Film dinamitardo, divertente, zeppo di ironica voglia di svegliare la massa dei dormienti; che punta il dito su un sistema di dittatura democratica abilmente camuffato, ma che la platea hollywoodiana non ha saputo cogliere nella sua vera essenza, dimenticandolo tra scaffali polverosi.

they live caught

Obbedisci! Non pensare! Dormi!

La trama:

Il disoccupato John Nada lascia Denver per trasferirsi a Los Angeles in cerca di un lavoro. Viene assunto come operaio in un cantiere edile e con l’aiuto dell’afroamericano Frank Armitage trova alloggio in un campo di baracche nella periferia della città, vicino ad una piccola chiesa gestita da uno strano predicatore non vedente, che cerca con insistenza di mantenere la gente sveglia con le sue prediche. Nada, spinto dalla curiosità, fa un giro all’interno della chiesa e fa alcune scoperte: il coro dei fedeli non è altro che una registrazione, la chiesa cela diverse attrezzature scientifiche e numerose scatole misteriose sono nascoste all’interno di finti muri. Nada nota anche una scritta sulla parete a caratteri cubitali: “Loro vivono, Noi dormiamo”.

In seguito il campo viene sgomberato dalle forze dell’ordine e il giorno dopo Nada torna nella chiesa, ma tutte le attrezzature sono già sparite, salvo una delle scatole nascoste. All’interno vi sono strani occhiali da sole; indossandoli, Nada scopre con sgomento che il mondo che lo circonda non è quello che sembra: attraverso il filtro in bianco e nero delle lenti, Nada osserva Los Angeles completamente tapezzata da propaganda totalitaria con costanti comandi subliminali sull’obbedire e conformarsi, che senza occhiali appaiono come normali cartelloni pubblicitari o riviste. Gli occhiali permettono a Nada di scoprire anche che le persone benestanti e gran parte degli agenti di polizia, sono in realtà alieni dall’aspetto simile a zombie che comunicano tra loro tramite l’orologio da polso e che la città è sorvegliata da droni invisibili all’occhio umano. Nada si rende conto che l’umanità è ignara della situazione e cerca di porre rimedio ribellandosi agli invasori, coinvolgendo anche altre persone e unendosi ai creatori delle lenti per smascherare le intenzioni degli alieni.

essi vivono noi dormiamo
“Loro vivono, Noi dormiamo”

Una scritta che racchiude un’amara realtà! La differenza che intercorre tra il semplice ed onesto operaio e chi invece detiene il potere, che nel film viene rappresentato come un alieno.

Alieni che riescono a sottomettere la massa operaia al proprio volere, ma che lasciano libero accesso al loro mondo, agli uomini che accettano la corruzione del sistema, solamente per trarre un profitto personale. Una classe di umani abituata a comandare da sempre e che ha trovato il modo di perpetuare quella condizione di dominio.

Ma chi sono veramente gli “Essi”? Sono alieni? Sono umani ingordi?

Nella rappresetazione cinematografica, John Carpenter mette a nudo la lotta di classe nel modo più limpido, cristallino, senza mai abusare con le metafore, ma riesce comunque ad esprime la sua riflessione politica in maniera molto chiara.

“Sposarsi! Riprodursi! Conformarsi!”
Una serie di messaggi che nascondono una verità: il mondo necessità di nuovi consumatori, poiché senza consumatori non si muove l’economia. Se poi il consumatore obbedisce al sistema senza fiatare, sprofonda il proprio corpo in comodi divani per farsi bombardare costantemente da messaggi subliminali televisivi, allora il sistema è perfettamente funzionante e chi detiene il potere è al sicuro da ogni minaccia. Una visione della vita vecchia di circa trent’anni, ma stranamente molto attuale.
Messaggi nascosti alla vista dell’uomo che, però, vengono letti e catturati dalla mente che assorbe come una spugna senza ribellarsi al messaggio; e mentre pensi di leggere una rivista o un cartellone pubblicitario che ti invita a crogiolarti beatamente al sole dei Caraibi, il messaggio in esso nascosto “Obbedire” fa il suo mero lavoro; così come lo stesso denaro che cela il messaggio “Questo è il vostro Dio”.

L’essere umano può essere corrotto facilmente e soltanto attraverso il giusto filtro, i suoi occhi potranno conoscere la verità celata nella falsa propaganda di libertà. Nel film, i due protagonisti aprono gli occhi su una realtà che è sempre esistita, scoprendo il loro stesso coinvolgimento inconsapevole. Una città che apparentemente si proclama come la patria della libertà, dove tutti possono fare di tutto e seguire i propri sogni, improvvisamente getta la maschera e ti parla chiaramente: puoi fare tutto, se accetti di obbedire, di conformarti, di non pensare.
they live watch
Non c’è dubbio sul fatto che l’opera di Carpenter vada visto almeno una volta nella vita. E’ una forma di intrattenimento che lo spettatore dovrebbe chiedere spesso, ma che spesso, invece, gli viene negato da un sistema che non vuole creare alcun dubbio, che non vuole rischiare di risvegliare i dormienti. Ma in fondo non dovrebbero temere alcuna ribellione. Una gran parte di un pubblico non riesce ancora a leggere i messaggi nascosti attorno ad esso e non basterà una piccola lente a risvegliare le coscienze. Loro continueranno ad imporre il loro volere, noi continueremo a Obbedire! Non pensare! Dormire!

“Piccole curiosità”

Carpenter ha anticipato i tempi, mostrandoci un futuro, che “oggi” rappresenta il nostro presente, nel quale vengono utilizzati Droni e Orologi da polso interattivi.

Annunci

2 pensieri su “Obbedisci! Non pensare! Dormi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...