Il futuro che diventa realtà: 44 ore per stampare la prima auto in 3D

L’avevamo immaginata e, finalmente, è arrivata!
Realizzata dalla Local Motors, in collaborazione con l’Oak Ridge National Laboratory e il Cincinnati Inc, la prima auto stampata in 3D ha visto la luce nell’ultima edizione dell’International Manufacturing Technology Show di Chicago. Realizzata in sole 44 ore e costituita da 40 parti, la “Strati“, questo è il suo nome, ha circolato tra le vie di Chicago destando stupore tra la gente. L’automobile 3D, il cui costo si aggira intorno ai 16.000 euro, è soltanto la prima pietra posta dall’azienda di Phoenix, la quale intende allargare le proprie mire, preannunciando già adesso, l’arrivo di una vasta gamma di veicoli (terrestri, aerei e navali), insieme all’apertura di 100 microfabbriche nell’arco di un decennio.

Il progresso nel campo della stampa 3D è stato piuttosto evidente anche agli occhi dei più scettici. Infatti, la realizzazione live dell’autovettura in oggetto, è durata soltanto 44 ore contro le 140 iniziali, e l’azienda fa sapere che le sue intenzioni sono quelle di arrivare al di sotto delle 12 ore per stampare i 212 strati di plastica ABS rinforzata al carbonio che compongono la scocca della vettura.

Nel futuro, la velocità di costruzione di queste auto futuristiche, dipenderà dai materiali utilizzati. Attualmente i polimeri utilizzabili per la stampa in 3D di automobili sono già oltre 50, oltre alla fibra di carbonio e presto anche il grafene o forse altri metalli. Intanto i ricercatori stanno cercando altre possibilità di costruzione attraverso lo studio di diverse miscelazioni di materiale. Nella configurazione attuale, la Strati utilizza un motore elettrico da 5 CV (con disponibilità fino a 17 CV) e le batterie da 6,1 kWh di una Renault Twizy che le danno quasi 100 km d’autonomia, 80 km/h di velocità massima, e 3,5 ore di energia. Non sono prestazioni eccezionali ma non si può dire che il suo look non sia simpatico.
Strati 1
La Local Motors vuole affrontare le sfide del futuro come una comunità in espansione: designer, specialisti e addetti al settore, contribuiscono alla realizzazione di questi prodotti con la speranza di riuscire a svelare 3-4 nuovi progetti per trimestre. Inutile dire che le auto saranno personalizzabili a proprio piacere. I clienti potranno scegliere ogni singolo particolare: carrozzeria, alimentazione, pneumatici, colore ecc. Importante è ricordare che la Strati è composta da parti riciclabili all’80% del suo complessivo.
Strati 3
Verso la fine dell’anno saranno lanciati sul mercato i primi modelli di auto stampate in 3D e ci sarà modo di verificare l’impatto con il consumatore finale. Intanto godiamoci il risultato di questo primo esperimento di stampa e, se qualcosa dovesse andare storto, potremo stampare ciò che ci occorre, direttamente da casa.

Fonte Web

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...