Nexplanon, l’anticoncezionale impiantato sulle bambine di dieci anni.

nexplanonIl Nexplanon è un impianto radio-opaco, non biodegradabile, di colore bianco, in materiale morbido e flessibile, lungo 4 cm e con diametro pari a 2 mm, contenente solo progesterone precaricato in un applicatore sterile e monouso. Viene inserito sottopelle e il suo compito è quello di impedire alle ovaie di rilasciale l’ovulo ed inspessire il muco della cervice uterina per rallentare i movimenti dello sperma. La sua durata è garantita per 3 anni, dopo i quali dovrà essere rimosso ed eventualmente rimpiazzato tramite un particolare applicatore che può essere utilizzato con una sola mano.

Un articolo del Daily Mail on line, mette alla luce il fatto che un numero crescente di bambine, ragazzine e ragazze inglesi stanno ricevendo un particolare impianto contraccettivo (Nexplanon 68) che rilascerà lentamente progesterone per impedire la gravidanza per almeno tre anni. Anche negli Stati Uniti si sta adottando lo stesso metodo e, grazie alla riforma sanitaria di Obama, la sterilizzazione è aperta anche alle ragazzine di dodici anni.

Il fenomeno, a quanto precisato dal quotidiano, è parecchio sottostimato e c’è una forte possibilità che centinaia di minori abbiano ricevuto tale impianto senza alcun consenso dei genitori che ne sono totalmente all’oscuro. Intanto la sterilizzazione va avanti con ogni mezzo e al lettore basterà riesumare gli articoli che trattano delle sostanze sterilizzanti contenute nei vaccini contro il Papilloma Virus, per rendersi conto che tutto questo non è frutto della casualità, ma di un progetto ben architettato per diminuire il tasso di natività mondiale.

Nel Regno Unito, già nel 2010, ad alcune bambine di appena 10 anni (quindi delle elementari) sono stati impiantati i dispositivi a rilascio lento, nonostante non avessero ancora l’età legale per esprimere il proprio consenso. A queste vanno sommate più di 3.000 quattordicenni e circa 6.000 quindicenni alle quali è stato riservato lo stesso trattamento, ma il servizio sanitario britannico afferma che i valori sono sottostimati. Qualcuno afferma che questa pratica equivale a dare libertà di sfogo sessuale ai minorenni, altri sono più preoccupati per il fatto che i genitori vengono tenuti all’oscuro, altri ancora puntano il dito sulle decisioni azzardate prese dagli operatori sanitari a carico delle ragazze, ma nessuno di loro è minimamente preoccupato dei danni provocati dall’utilizzo del Nexplanon o del pericolo legato ad un eventuale sfruttamento sessuale di queste minorenni.
Intanto, l’MSD (produttore dell’impianto) afferma che il prodotto è garantito se utilizzato nelle donne di età tra i 18 e i 40 anni, ma la domanda che si pone lo scrivente è la seguente: Come verranno effettuati i test sulle ragazzine dai 10 ai 15 anni, per stabilire l’efficacia del prodotto, senza che a queste venga rubata la verginità e senza scendere in un contesto di pedofilia? Lascio piena libertà di risposta al lettore.

Annunci

Un pensiero su “Nexplanon, l’anticoncezionale impiantato sulle bambine di dieci anni.

  1. Pingback: Depo-Provera: quel farmaco che in Israele venne iniettato coattamente alle immigrate etiopi per ridurre le nascite. | Liberi di Essere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...