Lo scrittore del futuro: Il Computer!

Un tempo si utilizzavano le penne d’oca e l’inchiostro, poi venne il tempo delle macchine da scrivere, ed oggi siamo arrivati all’uso dei computers per imprimere su carta quei fiumi di pensieri e parole che a volte sfociano in storie incredibili e indelebili nel tempo. Tempi in cui le lunghe notti si rincorrevano volentieri, nell’attesa che le giuste parole venissero scritte su quei bianchi fogli, mentre l’autore sorseggiava una calda e rilassante tisana alla flebile luce di una candela e con la sola compagnia della musa ispiratrice che accarezzava dolcemente i suoi pensieri.

Ma tutto questo sta per diventare una chimera, e l’avvento di una tecnologia sempre più invasiva sta cercando di mettere fine anche alla nobile arte creativa dell’essere umano.

Computer scrittore“Fra vent’anni da adesso, la domanda del lavoro sarà notevolmente inferiore in alcuni ambiti”, dichiarava Bill Gates (fondatore di Microsoft) durante un’intervista presso l’American Enterprise Institute. Parole riferite alla creazione di tecnologia atta a sostituire i professionisti in vari ambiti lavorativi e, tra questi, entreranno a farne parte anche gli scrittori.

Secondo un articolo apparso su TheVerge, le professioni creative non sono fuori dal pericolo della sostituzione da parte di software tecnologici avanzati. A rafforzare la certezza di questa teoria è il fatto che, circa un centinaio di menti geniali, stanno lavorando alla creazione di programmi per computer adattati per la scrittura di storie per libri.

C’è da dire che un primo romanzo interamente generato da un computer esiste già ed è stato stampato nel 2008 e pubblicato dalla russa SPb con il titolo di “True Love”, un romanzo di 320 pagine. A seguire possiamo trovare “World Clock” di Nick Montfort scritto nel 2013, creato con l’uso di particolari algoritmi, sfruttati per stabilire i connotati dei personaggi, le località e le azioni compiute.

La domanda che molti autori certamente si faranno è la seguente: Una macchina può davvero generare una storia indistinguibile da quella creata da una mente umana e suscitare interesse?

Difficile dirlo ma, certamente, possiamo dire che alla macchina manca e (si spera) mancherà sempre l’imprevedibilità della mente umana che rende ogni testo diverso dall’altro. L’unica certezza è che si prospettano tempi cupi, anche per quanto riguarda l’opera creativa dell’essere umano. Tempi in cui, una tecnologia invasiva che sarebbe meglio non creare, anziché venire incontro all’uomo per affrancarlo dalle fatiche, ne segnerà inevitabilmente il declino e buona notte al secchio.

Annunci

2 pensieri su “Lo scrittore del futuro: Il Computer!

  1. Pingback: Tecnologia: dopo gli scrittori, anche per i pittori si prospettano tempi duri. | Liberi di Essere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...